2500 volte Buon Natale

La grande sala da pranzo è pronta. Sui tavoli, apparecchiati con 180 tovaglie decorate con 500 metri di fiandra rossa, spiccano i 160 centrotavola realizzati con composizioni di abete toscano, pigne dipinte a mano, candele e un tocco di pungitopo come augurio. Per la cena, ogni anno 30 mamme affiancano 100 ragazzi della comunità nella preparazione di 40mila cappelletti e i ragazzi del forno hanno preparato artigianalmente 600 panettoni di cui 300 con gocce di cioccolato e 300 di ricetta tradizionale.
Centodieci stelle di Natale coloreranno di rosso il salone e chiunque alzerà lo sguardo, vedrà il soffitto tempestato da 10mila lucine. Babbo Natale porterà un regalo ad ognuno, 2500 pacchetti con 2500 biglietti d’augurio personalizzati.

San Patrignano. Vigilia di Natale. Tra poco le porte del salone si apriranno. I tavoli si riempiranno di storie da raccontare, di abbracci dati per la prima volta, voci si uniranno in un brusio festoso, qualcuno magari vorrebbe essere altrove, altri capiranno proprio questa notte l’importanza di ‘esserci’. I bambini scorrazzeranno tra i tavoli indifferenti al baccalà, bramosi solo del momento in cui Babbo Natale varcherà la soglia.

Ci sono duemilacinquecento coperti sui tavoli per questa notte. Sono per i millesettecento ragazzi della Comunità, sono per i loro figli, sono per chi vive a San Patrignano da sempre e per chi è arrivato ieri. Sono per tutti coloro che hanno scelto di passare il Natale di nuovo in famiglia.