Hai bisogno di aiuto? Dona ora

A Bomporto inaugurato il Giardino della Gioventù

Nel Parco Unità d’Italia 15 alberi intitolati a personalità che hanno influenzato positivamente le giovani generazioni. Fra questi Vincenzo Muccioli

A Bomporto, in provincia di Modena, nasce il Giardino della Gioventù. Sabato 12 giugno è stata inaugurata l’area all’interno del Parco Unità d’Italia dedicato alle personalità che con la loro attività si sono prese cura o hanno ideato e realizzato iniziative straordinarie a favore di bambini, adolescenti e giovani.
Quindici figure che hanno speso la loro vita in favore di ragazze e ragazzi e che hanno influenzato positivamente le giovani generazioni di epoche diverse.
Don Arrigo Beccari, don Giovanni Bosco, Ernesto Caffo, Sofia Corradi, padre Aristide Guerra Eglantyne Jebb, Teresa Mattei, don Lorenzo Milani, Maria Montessori, Giuseppe Moreali, Vincenzo Muccioli, Ludwik Witold Rajchman, Greta Thunberg, Malala Yousafzay e Papa Karol Józef Wojtyła: è questo l’elenco delle personalità che popoleranno idealmente l’area verde bomportese. Un omaggio a donne e uomini che hanno lasciato il segno nel campo dell’educazione, della formazione e della cura.

Ad ognuno dei quindici è stato intitolato un albero, acquistato dall’Associazione “Porto delle Idee”, grazie al ricavato della vendita benefica di pezzi-ricordo del Ponte Vecchio sul Panaro, demolito il 15 novembre 2017, dopo 103 anni di servizio, a seguito degli eventi sismici del maggio 2012. Vicino ad ogni albero, è posizionata una targhetta con la biografia essenziale delle personalità del Giardino, nella quale è riportato il ruolo e soprattutto il loro impegno verso i giovani.

“Stavamo lavorando a questo progetto da oltre un anno – spiega Angelo Giovannini, Sindaco di Bomporto – e con grande soddisfazione ora lo presentiamo con orgoglio. Si tratta di uno spazio fisico ma simbolico, un’idea suggestiva, emblematica di valori e scelte personali che hanno tracciato solchi positivi profondi. Esempi, modelli, iniziative concrete di uomini e donne, delle diverse estremità del mondo, che hanno in comune la voglia di essere utili alle generazioni che possono ancora cambiare il mondo”.

L’inaugurazione si è tenuta alla presenza del professor Ernesto Caffo, fondatore del Telefono Azzurro, di Paola Salomoni, Assessore regionale con delega a Scuola, Università e Ricerca, delle Autorità e di numerosi altri rappresentanti delle associazioni e delle famiglie dei quindici protagonisti del Giardino della Gioventù.


14 Giugno 2021
condividi
Iscriviti alla Newsletter e resta in contatto con noi!
San Patrignano usa i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione