Gli adolescenti e MySpace

Sesso e droga: gli adolescenti americani ne parlano liberamente sul proprio account di MySpace. Ovviamente senza rendersi conto di pubblicare qualcosa che è visibile a chiunque.

E’ uno studio americano a rivelarlo: “Abbiamo scoperto che la maggioranza degli adolescenti che ha un account su MySpace mostra comportamenti a rischio in uno spazio completamente accessibile e monitorabile da chiunque”, ha detto Dimitri Christakis, professore dell’Istituto di ricerca pediatrico di Seattle, i cui studi appaiono sul giornale Archives of Pediatric & Adolescent Medicine. Christakis, insieme a Megan Moreno dell’Università del Wisconsin, ha analizzato 500 profili MySpace di ragazzi diciottenni.

Ciò che è emerso è che il 54% degli account contenevano informazioni su comportamenti a rischio: il 41% menzionava abuso di sostanze, il 24% comportamenti sessuali e il 14% violenza. Secondo Christakis molti teenager non sono consapevoli di come Internet sia un veicolo di informazioni dalla portata molto superiore alla ristretta cerchia di contatti personali: ciò che non è chiaro è che chiunque può accedere a un profilo, e che le informazioni pubblicate in rete durano nel tempo.

Questo naturalmente facilita il compito di educatori e genitori che hanno un modo in più per monitorare i comportamenti a rischio dei ragazzi.