Arriva il WeFree Day

Manca ormai meno di un mese. Il 10 ottobre San Patrignano aprirà i battenti a 2.000 studenti provenienti da tutta Italia per la prima edizione del WeFree Day, giornata dedicata alla libertà da qualsiasi forma di dipendenza, droga inclusa. Non si tratta, per la verità, di una prima assoluta: già nel 2008 la comunità aveva raccolto, intorno al Drugs Off day, alcune tra le più interessanti esperienze nel campo della lotta al disagio e all’emarginazione. Ma quest’anno, con il cambio del nome delle attività di prevenzione della comunità, il cerchio si allarga per includere sempre più realtà internazionali che operano, a 360 gradi, nell’ambito dell’inclusione sociale e dell’educazione. All’evento autunnale, infatti, parteciperanno associazioni attive in tanti campi, dalla lotta all’illegalità al sostegno agli anziani, dal teatro come strumento di risocializzazione alla formazione dei giovani. E’ il caso, ad esempio, del gruppo colombiano ‘Grafiteros de Soacha’, che svolge un importante lavoro nel campo della prevenzione del disagio giovanile utilizzando la tecnica dei murales. I giovani artisti in arrivo dal Paese sudamericano realizzeranno nell’arco della giornata, un’opera ‘di strada’ sul tema della libertà, dipingendo una serie di pannelli per dimostrare come il graffito, spesso considerato complice del degrado di certe periferie urbane, possa essere un’espressione artistica e uno strumento di emancipazione sociale.

Nella stessa direzione, quella costruttiva della lotta all’esclusione sociale, si muove anche l’esperienza del percussionista statunitense Steve Ferraris, che mostrerà agli studenti il ‘Drumming programs for at-risk children’, una singolare iniziativa volta a sviluppare, attraverso la musica, valori come il lavoro di gruppo, la disciplina mentale e l’autostima. Presente inoltre, tra le tante associazioni invitate al WeFree Day, l’organizzazione inglese Mow&Grow, che fornisce un servizio di manutenzione del verde in molte zone del Regno Unito, impiegando persone anziane, vulnerabili o svantaggiate rispetto al mercato del lavoro.

Non è tutto. L’area ‘Experience’ della manifestazione, organizzata in spazi attrezzati lungo i viali della comunità, comprenderà altre realtà sociali internazionali. Esse coinvolgeranno il pubblico in una sorta di percorso attraverso la solidarietà concreta e la partecipazione sociale, mostrando esempi pratici del senso e dell’utilità delle loro attività.
Ma la giornata della prevenzione organizzata da San Patrignano si svilupperà anche in altre direzioni. Lo Spazio ‘Theatre’, ad esempio, sarà costruito intorno agli spettacoli teatrali di ‘peer to peer education’ organizzati dalla comunità in tutta Italia. Nel corso della mattinata, i ragazzi potranno assistere ai due format – ‘Ragazzi permale’ e ‘Fughe da fermi’ – che, dal 2002 ad oggi, hanno coinvolto in 235 rappresentazioni circa 160 mila studenti medi, dando luogo anche alla community sul web ‘ drugsoff.it’ con 50 mila visite nel solo 2008.

L’area ‘Forum’, destinata a un pubblico istituzionale e di rappresentanti del mondo del volontariato e delle professioni, comprenderà invece due incontri, intitolati rispettivamente ‘Dal Prodotto Interno Lordo alla Felicità Interna Netta’ e ‘L’impresa dell’educazione’. Argomento della discussione, nel primo caso, sarà il criterio che quantifica il benessere di una nazione, il Pil, e la sua attualità come indicatore della qualità della vita delle persone. Nel pomeriggio, si parlerà di come il privato sociale, nell’ottica della sussidiarietà, si stia attrezzando per concorrere alla creazione di un nuovo welfare, orientato al bene comune. Molti altri gli appuntamenti del WeFree day, di cui pubblicheremo il programma definitivo sul sito www.wefree.it e sul prossimo numero del giornale. Il gran finale della giornata è affidato, come nella precedente edizione, a uno spettacolo dedicato ai racconti, alle canzoni, alle testimonianze e alle emozioni raccolte dai ragazzi di San Patrignano nel loro viaggio-tour di testimonianza contro la droga, svolto l’anno passato nei teatri di tutta Italia.