Artisti del video

Corso per Video Maker: questo l’interessante progetto formativo organizzato e finanziato dalla Regione Veneto, rivolto ad allievi che hanno concluso, o stanno per terminare, un percorso riabilitativo dalla tossicodipendenza. San Patrignano ha aderito prontamente all’iniziativa, ritenendola un valore aggiunto per facilitare il reinserimento futuro dei ragazzi ospiti in Comunità, obiettivo principale dello stesso corso. Tra i dieci allievi a cui è destinato questo ciclo formativo, ci sono infatti cinque ragazzi di Sanpa. Il corso si svolgerà a Verona a partire dal prossimo 17 aprile e avrà una durata complessiva di 500 ore divise in 280 di teoria e 220 di stage. Le lezioni teorico/pratiche saranno condotte da professionisti del settore e lo stage verrà fatto presso realtà che operano nella comunicazione audiovisiva.
Al termine, dopo un esame finale, verrà rilasciato dalla Regione Veneto un “Attestato di Qualifica Professionale” che i nuovi videomakers potranno utilizzare in tutti i Paesi della Comunità Europea.
L’obiettivo, dal punto di vista professionale, è quello di formare competenze di qualità che permettano ai ragazzi di realizzare prodotti audiovisivi di taglio documentaristico, reportages e servizi televisivi. I partecipanti saranno specializzati in news e capaci di proporre a società di produzione, televisioni, siti web e singole aziende o istituzioni prodotti documentaristici sulla realtà socio-culturale ed economica contemporanea.
Un corso che oltre ad offrire un’opportunità formativa valida, offre una visione di come azioni pratiche e mirate siano la giusta strategia per rendere efficace l’impegno di chi aiuta a ricostruire un futuro a chi credeva di non possederne più uno.

Frequenza obbligatoria: insieme a Verona
Hanno dai 24 ai 26 anni, provengono da luoghi differenti, ora si sono trasferiti a Verona dove resteranno per circa due mesi. Un’esperienza formativa per diventare videomaker che si unisce ad una esperienza di vita sicuramente utile per il futuro. Quel futuro che hanno scelto di ricostruirsi, lasciandosi alle spalle un passato di tossicodipendenza. Anastasios, Nicola, Sebastiano, Walter e Cristian in Comunità, insieme ad altri 15 ragazzi, si occupano del settore audiovisivo, fornendo assistenza audio/video durante gli eventi e le manifestazioni organizzate a Sanpa, realizzando filmati (riprese e montaggio) e occupandosi della programmazione di telegiornali, film, concerti, spettacoli di attualità e varietà destinati al tempo libero degli ospiti di San Patrignano. Emozione e aspettative si percepiscono chiaramente nelle loro parole e nei loro gesti quando gli si chiede come si stanno preparando per questa ‘trasferta’. “Quando ci hanno chiamato per dirci che saremmo andati a Verona per questo corso ci siamo guardati in faccia, eravamo increduli” spiega Walter di Caserta, “proprio noi che siamo ancora in percorso? Si, ci hanno risposto. Sentire che qualcuno ha fiducia in te fa stare bene”. “Qualche anno fa non avrei scommesso due lire sulla mia vita”, racconta Anastasios che è arrivato a Sanpa da Atene, “in mano avevo solo un corso d’inglese ed ora questa opportunità: diventare videomaker! E’ come se le lampadine della vita ricominciassero ad accendersi. Oltre ad essere un’ un’opportunità’, continua, ‘e anche una grossa responsabilità: portarlo a termine nel migliore dei modi significherà aprire la strada ai ragazzi che verrano dopo di noi’. Ironico e scanzonato è invece Nicola, di Battipaglia: “Io sono sempre stato nullafacente. Da ambo i lati. Nella vita e nel lavoro. Questo corso per me è uno spunto per alimentare una passione e un inizio positivo per inserirsi nella società’. Cristian arriva da Pesaro ed è il ‘vecchio’ del gruppo: “E’ come mettere a segno un altro gol per il nostro futuro. Un valore aggiunto. L’attestato è fondamentale ma questa esperienza sarà soprattutto un grande banco di prova, un’occasione per mettere a frutto l’esperienza fatta qui in comunità’.
Insieme a loro c’è anche Sebastiano di Padova che al momento e nell’auditorium di Sanpa per predisporre gli impianti audio e video per un convegno che si svolgerà in Comunità tra pochi giorni: “Di fronte alle cose nuove ho sempre un pò paura”, racconta “ma sono certo che servirà per l’attestato, per rafforzare il rapporto tra noi, per testare i nostri nuovi punti di forza. Sono felice”..
Gli zaini sono già pronti e martedì a salutarli ci saranno tutti gli altri ragazzi del gruppo, anche quelli che sono a Sanpa da poco e che magari, guardandoli partire, penseranno che anche loro ce la possono fare.