Coinvolgi i tuoi dipendenti per San Patrignano

Per migliorare il clima interno e per sviluppare un forte senso di fiducia, orgoglio e appartenenza verso la propria azienda, si possono coinvolgere e mobilitare i dipendenti in attività di volontariato e raccolta fondi.
L’azienda può attivare una raccolta fondi a favore di San Patrignano tra i dipendenti e poi decidere di raddoppiare o triplicare quanto raccolto. Inoltre l’azienda può attivare il Payroll Giving a favore di San Patrignano. Esso consiste in una donazione libera, trattenuta mensilmente dallo stipendio il cui importo equivale ad una o più ore di lavoro. E’ una forma di donazione regolare che, in quanto continuativa, consente di operare in una logica di programmazione di lungo periodo.Il lavoro all’interno della Comunità rappresenta la chiave di volta del sistema San Patrignano, che con oltre 30 anni di esperienza dispone di tutti gli strumenti per il volontariato aziendale con cui rafforzare la motivazione individuale e generare allo stesso tempo senso di appartenenza e collaborazione nei gruppi di lavoro.Alcuni esempi:

Vigna San Patrignano
“Come fare del buon pane in casa”

Il laboratorio di panificazione nasce nel 1987 per provvedere al fabbisogno interno della Comunità, garantendo i tre pasti principali, nonché pasticceria, dolci e gelati. Esso rappresenta, grazie all’esperienza dell’importante panificatore Giuliano Pediconi, un’attività di formazione professionale per i ragazzi della Comunità che desiderano imparare i segreti dell’arte bianca.
I prodotti, che nel tempo si sono diversificati, sono ottenuti grazie a due lieviti madre, “Attila” e “Orni”, nati dall’acidificazione di un impasto di acqua e farina alimentato quotidianamente. Tra essi il pane di segale e noci, all’avena e uvetta, al kamut, il toscano, il pugliese, il casereccio, ai cereali, al pomodoro e ricotta, al latte, al grano spezzato, i bocconcini alle noci, la focaccia pugliese, la baguette, i grissini e il pancarré bianco e quello al nero di seppia. Molte di queste varietà sono impreziosite dai prodotti a chilometro zero della Comunità. Non solo pane però, anche tanti dolci: dai biscotti di tutti i tipi, ai maritozzi, alle crostate, alle sfogliatine, alle ciambelle, per arrivare sino ai muffin.
Il know how sviluppato in questi anni, la sapienza e la professionalità dei responsabili del settore e soprattutto la passione di ogni singolo ragazzo, ci anno permesso di ‘aprire’ le porte del forno, ad appassionati e non, facendolo diventare per qualche ora una vera e propria aula didattica, nella quale fra teoria e pratica si apprendono le arti bianche. Dovendo concentrare tutto in un’unica giornata di lavoro, il lavoro è focalizzato sul prodotto più importante e di uso comune, il pane, di cui vengono svelati tutti i segreti della produzione.

Vigna San Patrignano
“Il vino dalla vite alla bottiglia”

L’attività legata alla vendemmia può essere concepita come una metafora suggestiva del gioco di squadra e della costante tensione al perseguimento di un risultato di eccellenza. A San Patrignano il vino è molto altro, significa vita.
Vini eccellenti che nascono da un’uva di grande qualità, ma ancor più dalla grande passione dei ragazzi di San Patrignano. Sono loro a curare la vigna, inverno o estate che sia, a occuparsi della raccolta dei grappoli e della selezione degli acini, a seguirne la maturazione nelle botti e nelle barrique. Il vino invecchia e i ragazzi si ritrovano, riscoprono loro stessi e riassaporano il gusto della vita. I vigneti di San Patrignano si estendono sulle colline di Coriano e si affacciano sul litorale riminese. Centodieci ettari complessivi, tutti attualmente in produzione. Il lavoro permetterà di capire quali sono i processi fondamentali che ci sono dietro la realizzazione di un vino prestigioso, dalla vite alla bottiglia. Il tutto svolto direttamente presso le cantine, per poter vedere e toccare con mano le varie fasi produttive, spiegato dai responsabili di settore in compagnia dei nostri ragazzi in percorso; un viaggio fra teoria, pratica e soprattutto esperienze personali, di chi grazie alla passione per il vino ha riacquistato la vita.

Cucina San Patrignano
“Cook for life”

Il format ‘Cook for life’ un vero e proprio team building nel quale uno dei nostri chef, affiancato da alcuni ragazzi in percorso, salirà in cattedra per trasferire il suo sapere agli ospiti senza tralasciare l’importanza del messaggio sociale, utilizzando e valorizzando molte delle nostre materie prime. Un esperienza quindi che permette di conoscere e praticare realmente il concetto di ‘KM Zero’.