I Babbi Natale sulle auto d’epoca aprono le feste dei bambini di San Patrignano

L’Adriatic Veterans Car Club in visita alla Comunità. Questo il primo dei tanti momenti di festa per i piccoli presenti. Per far vivere loro un Natale quanto più a misura di famiglia.

Natale già iniziato per gli ospiti più piccoli della Comunità. E i primi regali non hanno tardato ad arrivare. La particolarità è che a portarli non è stato un unico Babbo Natale, ma tanti, non in sella ad una slitta trainata dalle renne, ma su automobili e sidecar d’epoca.
Ieri in Comunità si è tenuta una vera e propria parata di veicoli storici che, partiti da Riccione, sono arrivati sino alla sala da pranzo tra lo stupore non solo dei bimbi, ma anche dei tanti ragazzi attualmente in percorso.

A rendere possibile tutto ciò sono stati i componenti dell’Adriatic Veterans Car Club. Non è cosa da tutti i giorni d’altronde poter ammirare una Chevrolet Corvet del 1953, una Bentley MK6 del 1948, un sidecar Guzzi Sport 14 di fine anni ’20 o una Jeep 508 coloniale italiana. «Con San Patrignano ci unisce un’amicizia di lunga data – spiega Gabriele Fabbri, presidente del club automobilistico – E’ un piacere tornare a visitare la Comunità e portare un piccolo dono a tutti i bambini».

Arrivati a metà mattinata, dopo una visita ai settori ed uno spettacolo di burattini per i piccoli di San Patrignano, è avvenuta la consegna dei regalo. Per ognuno di loro un paio di scarpe donate da Gimmi Baldinini. Oltre 60 infatti i bambini presenti in Comunità, fra quelli che abitano con le mamme in percorso, quelli che raggiungono i loro genitori durante le festività o i figli degli educatori.

Per loro ogni anno la Comunità organizza momenti particolari per far vivere nel migliore dei modi questo periodo di festa. «La nostra volontà è quella di ricreare la stessa atmosfera che si respira in ogni normale famiglia – spiega Elena Ciano, una delle responsabili dell’asilo interno – Per questo ogni bimbo riceve uno o più regali, alcuni donati gentilmente da realtà esterne alla comunità e altri scelti come è giusto che sia dai loro genitori».

Dopo questa sortita di Babbi Natale motorizzati, altri doni arriveranno la notte del 24 dicembre di Natale.
La mattina del 25 poi tutti a fare colazione nella sala da pranzo assieme ai loro genitori, dove troveranno un’altra sorpresa. Altri momenti di festa saranno poi le proiezioni di diversi cartoni animati natalizi nell’auditorium della Comunità. Il clima festoso non abbandonerà la Comunità per le intere due settimane natalizie, finché i bimbi la sera del 5 gennaio andranno in salone con i loro genitori ad appendere la calza al camino, per poi ritrovarsi la mattina seguente a scoprire se la Befana avrà riempito le loro calze di carbone o dolciumi.

comunicati