La band dei ragazzi di strada

Chi sentendo ‘le bionde trecce, gli occhi azzurri e poi….’, non prosegue immediatamente con ‘le tue calzette rosse….’? La canzone del sole è una di quelle intramontabili, una di quelle che per chissà quale strana alchimia cantano mamma, figlia e nipote. Ed è così da sempre.

Ed è proprio con questo classico del 1971 che ‘La band dei ragazzi di strada’ ha concluso il concerto di ieri sera, tenuto davanti ai ragazzi di San Patrignano. ‘Cantando Lucio’ era il titolo della serata, un viaggio tra le canzoni che hanno posto Lucio Battisti sull’Olimpo della musica. Le note melodie e le intense parole, scritte da Mogol per Battisti, hanno riempito l’auditorium di Sanpa di un’atmosfera piena di ricordi e di ‘emozioni’.

‘I ragazzi di strada’, al loro secondo concerto a San Patrignano, sono una band riminese specializzata in vari repertori che spaziano dalla canzone d’autore alle hits degli anni ‘60/’70 e una delle loro note caratteristiche è di affiancare alla musica immagini di repertorio che rappresentano le loro interpretazioni.