Una bottiglia per San Patrignano: vini all’asta al Rotary di Rimini

I vini “rotariani” all’asta per San Patrignano. Grazie all’impegno di Giancarlo Brioli, Gianluca Spigolon, Enzo Ticchi e Paolo Solvetti, membri della direzione del Rotary di Rimini Giovedì 6 marzo prossimo, a partire dalle 20.15, il Club mette all’asta, per il secondo anno consecutivo, oltre 200 bottiglie accomunate dalla doppia caratteristica di fare parte delle etichette più apprezzate dagli appassionati del buon bere e di provenire da alcune delle migliori cantine di tutta Italia, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia. Tutte guidate da soci Rotary.

Nei saloni del Grand Hotel di Rimini, in occasione della consueta cena conviviale, saranno oltre 50 i lotti battuti all’asta. Tra queste vini noti per la loro eccellenza e ricercati per il loro particolare formato, come nel caso delle magnun, bottiglie da 1,5, spesso prodotte solo in annate particolarmente positive per la qualità delle uve raccolte. Così, sarà possibile contendersi un trittico di magnum siciliane di Firriato, il quale ha messo a disposizione della serata “Harmonium, “Ribeca” e “Camelot”. Dalla Valle d’Aosta arriva, invece, una magnum di Chardonnay “Cuvée Bois” 2005 di Les Cretes. Dal Valpolicella una di Amarone “Capitel del Monte”, di Tedeschi, mentre dal Salento proviene il rosso “Donna Lisa Salice” dell’azienda Leone De Castris. Naturalmente grande spazio anche a un classico come il Brunello di Montalcino, tra cui un Biondi Santi del 200. E per le “bollicine” uno dei pezzi forti dell’asta. Dal nome storico del Prosecco, Gianluca Bisol, una doppia magnum (3 l) di “Tertium Millenium Cuvée 1985” con etichetta in argento sbalzato e gabbietta e capsula numerate, sempre in argento.

Il ricavato dell’iniziativa, promossa dal Rotary Club di Rimini e alla quale partecipano anche i soci dei Rotary Club del circondario, contribuirà alla realizzazione della “Casa delle mamme” di San Patrignano, una nuova struttura interna alla comunità destinata ad ospitare le ragazze in gravidanza o con bambini piccoli, con l’obiettivo di creare un ambiente famigliare e accogliente per le ragazze che stanno affrontando il percorso di recupero dalla tossicodipendenza e l’esperienza della maternità.

Chi desidera partecipare all’asta può prenotarsi alla cena Rotary contattando la segreteria del Club al numero 0541-383762.