Cani da vita e il corso di Pet Therapy

“Nel loro agire, dovranno unire alle loro competenze tecniche anche il cuore”, spiega e ne è convinto Aroldo Linari, il direttore del corso che ha consegnato gli attestati ai nuovi conduttori assieme a Lia Giovanazzi Beltrami, l’Assessore provinciale e a Claudio Pasolli, il direttore di SC9, animali ed ambiente, dell’Istituto profilattico sperimentale delle Venezie, sede di Trento.

I neo-nati conduttori potranno operare in ambienti scolastici, presso residenze sanitario-assistenziali per anziani e per persone diversamente abili e per chiunque richieda questo particolare servizio terapeutico. Questa qualifica riconosce loro una preparazione garantita dalla scuola Cani da Vita, in assenza di una regolamentazione legislativa.

comunicati