Hai bisogno di aiuto? Dona ora

I Cani da Vita di San Patrignano a convegno con Anffas

Anfass e Cani da Vita

Interverrà anche Aroldo Linari, responsabile tecnico gruppo cinofilo “Cani da Vita” San Patrignano, al IX Congresso Nazionale S.I.Di.N “I paradigmi dell’integrazione socio-sanitaria nell’approccio alla disabilità intellettiva”, in programma al centro congressi Interbrennero di Trento dal 14 al 16 maggio.

Organizzato insieme ad ANFFAS Trentino Onlus, l’evento affronterà le nuove sfide poste dall’assistenza delle persone con disabilità intellettiva, particolarmente impegnative perché riguardanti temi non solo tecnici, ma anche etici e sociali. Verranno esplorate le modalità in cui si realizza il rapporto tra diversi tipi di culture, le varie Agenzie e le specifiche attività professionali, mettendo in luce, oltre agli aspetti critici, sia le esperienze innovative sia le prospettive future.

L’intervento di Linari, sul tema “Anffas Trentino e Cani da Vita di San Patrignano: 20 anni di pet – therapy” è in programma sabato 16 maggio alle 15.30 a fianco del dottor Oscar Zuccatti, coordinatore delle Attività di Pet Therapy di ANFFAS Trentino. Verranno illustrati i benefici ottenuti dai ragazzi di ANFFAS e quelli di San Patrignano in 20 anni di collaborazione in terapie ed attività assistite dai cani.

Cani da Vita

Il gruppo cinofilo Cani da Vita è nato nel 1997 presso la sede trentina della Comunità San Patrignano con lo scopo di approfondire la relazione uomo-animale come strumento di supporto a persone diversamente abili. L’incontro con ANFFAS Trentino, l’anno successivo, è diventato ben presto una stretta collaborazione che nel corso degli anni ha permesso la realizzazione di attività sempre più centrate sui i bisogni delle persone, nell’assoluto rispetto degli animali interpreti principali della relazione di cura.

Sono state sviluppate da ANFASS Trentino in collaborazione con Cani da Vita di San Patrignano migliaia di ore di attività con le persone con disabilità, che hanno potuto godere della vicinanza di quel fantastico mediatore educativo che è il cane. Un’attività che ha aiutato inoltre la rinascita alla vita di molti ragazzi con disagio e problemi di tossicodipendenza, che hanno trovato in questa nuova relazione con gli animali e con il prossimo una spinta ulteriore alla propria crescita.


14 Maggio 2015
condividi
Iscriviti alla Newsletter e resta in contatto con noi!
San Patrignano usa i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione