Il capitano dell’Inter Javier Zanetti ai WeFree Days 2013

Già da anni impegnato nel sociale, in occasione dei ForumIO pomeridiani, il calciatore incontrerà gli studenti e risponderà alle loro domande.

Aumenta la già ricca schiera di sportivi che parteciperanno ai WeFree days 2013. In Comunità per incontrare gli studenti delle scuole superiori e i ragazzi di San Patrignano venerdì 11 ottobre ci sarà anche il capitano dell’Inter Javier Zanetti. Nel pomeriggio del primo giorno dell’evento, il calciatore prenderà parte ai “ForumIO”, momenti di confronto in cui gli studenti hanno la possibilità di incontrare personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport.

Sensibile al mondo del sociale, nel 2002 Zanetti ha creato con la moglie Paola la Fundación P.U.P.I., organizzazione non-profit che si occupa di fornire sostegno economico ai bambini disagiati e alle loro famiglie nella zona di Buenos Aires.
Proprio per l’impegno profuso nella sua Fundación, nel 2005 l’ufficio di presidenza del consiglio comunale di Milano gli ha conferito l’Ambrogino d’oro, mentre il 6 gennaio 2012, si è aggiudicato il premio “I piedi buoni del calcio – Lo sportivo esemplare”. Dal 2006 è inoltre ambasciatore di SOS Villaggi dei Bambini, associazione ONLUS per i diritti dell’infanzia.

Insieme sul palco ad Andrea Iacomini, ambasciatore Unicef Italia, Zanetti parlerà agli studenti proprio del suo impegno attivo a favore dell’infanzia, per poi raccontare la sua storia, fatta non solo di successi ma anche di sacrifici animati da una grande passione per il pallone.
Nato a Buenos Aires il 10 agosto 1973, è cresciuto nel sobborgo portuale del Partido di Avellaneda, dove all’inizio della sua carriera, non avendo un contratto professionistico, per aiutare economicamente la famiglia lavora come postino e “ragazzo del latte” dalle quattro alle otto di mattina, prima degli allenamenti.

Con Zanetti nella stessa giornata di venerdì anche i campioni olimpici di scherma, judo e salto in lungo, Andrea Cassarà, Rosalba Forciniti e Fiona May, l’allenatore di maratoneti di fama internazionale Gabriele Rosa e il portavoce dell’Unicef in Italia Andrea Iacomini.

Ufficio stampa San Patrignano

comunicati