Chat, e-mail e sms la nuova droga

Il video illustrerà gli effetti del tecno stress (calo della concentrazione, mal di testa, ipertensione, insonnia, disturbi gastrointestinali e cardiocircolatori, irritabilità comportamentale, depressione), ma anche le possibili soluzioni per prevenire una patologia sempre più diffusa, di pari passo con l’uso crescente, spesso eccessivo, delle tecnologie. ‘Lo schermo ci salva dagli schermi’, è lo slogan dell’iniziativa. “Il successo del primo video di prevenzione ‘Oggi respiro senza tecno stress, con oltre 4 mila spettatori su You Tube in un solo mese , ci ha spinto”, spiega Enzo Di Frenna, presidente Netdipendenza onlus, “a proseguire l’esperienza di sensibilizzazione attraverso la tecnica del video e l’uso della Rete. Abbiamo ricevuto centinaia di mail sul nostro sito, prevalentemente da lavoratori digitali e professionisti che usano tanto internet. La maggior parte ci segnala che il tecno stress, secondo la loro esperienza, è provocato dal bombardamento di informazioni durante gli orari di lavoro e anche, purtroppo, al ritorno a casa”, sottolinea. Il videocorso suggerirà le soluzioni da adottare per prevenire il tecno stress.