A ciascuno il suo hobby

Panoramica Sanpa

Dedicarsi alla lettura, partecipare ad incontri culturali, svolgere attività sportive. Diverse sono le alternative per coltivare i propri interessi

di Silvia Mengoli

Luca e Marco hanno una sfida aperta a carte. Cristina è una divoratrice di libri. Mario si diletta con la penna, scrivendo poesie. Simone adora i lavoretti manuali e crea piccoli quadri in legno, riproducendo immagini sacre. Andrea studia e sfrutta ogni momento per ripassare le lezioni. Federico non rinuncia all’attività fisica e, tempo permettendo, si allena assieme ad altri ragazzi, correndo lungo i vialetti e le strade di Sanpa.

Ognuno, tra un impegno e l’altro, impiega il tempo libero dedicandosi alle proprie passioni. Cogliendo ogni occasione per dare spazio all’inventiva e alla creatività.

Le feste di compleanno sono un ottimo pretesto per ritrovarsi assieme e sbizzarrirsi, dando sfogo alla fantasia, per costruire ‘cadeu’ davvero originali. “Per ogni compleanno inventiamo dei regali diversi”, spiega Roberta. “Ci procuriamo della stoffa adatta per realizzare beauty e portapigiami ricamati a mano, oppure creiamo dei portaritratti in cartone foderato con carta colorata. E poi facciamo i biglietti, abbelliti con disegni e piccole decorazioni. E’ divertente. E’ un’occasione per stare insieme, ognuna dice la sua. Si decide, poi si cambia. Non ti dico quando si tratta di buttare giù la lettera”.

Frasi scritte, poi cancellate, poi riscritte. “Tra un’idea e l’altra divaghiamo: battute e risate. Parliamo di come è andata la giornata. A volte capita che ci entusiasmiamo l’un l’altra, raccontandoci la trama del libro che stiamo leggendo. Leggiamo molto. Tutte quelle delle mia stanza. Un libro dopo l’altro”.

A San Patrignano c’è una biblioteca rifornitissima che dispone di oltre 2000 libri. “Sono disponibili diversi generi letterari: saggistica, narrativa, gialli, libri storici”, spiega Roberto Lunardello, responsabile della biblioteca. “Abbiamo in programma di acquistarne dei nuovi per soddisfare le numerose richieste. Ho notato con estremo piacere che è aumentato il numero delle persone che usufruisce di questo servizio: alcuni chiedono consigli, altri hanno le idee abbastanza chiare, altri ancora iniziano con opere di facile lettura per poi passare piano piano a volumi di un certo valore letterario, i classici ad esempio”.

Tante sono le persone che leggono durante il tempo libero. “Cerchiamo di stimolarle continuamente”, dice Adele che coordina le attività didattiche del Centro studi. “Leggere è molto importante, aiuta a riflettere, ad analizzare le cose, a leggersi dentro”. Non solo libri. “Ogni giorno, i ragazzi hanno a disposizione quotidiani e riviste e la rassegna stampa degli articoli più significativi, realizzata tutte le mattine dalla redazione della comunità”.

Svago, intrattenimento, informazione. Ai ragazzi è lasciata la possibilità di coltivare i propri interessi, di dedicarsi alle proprie passioni, dallo sport alla lettura, dalla realizzazione di piccoli oggetti alla musica, e, perché no, di partecipare ad iniziative di carattere culturale e di approfondimento.

“Abbiamo pensato di migliorare e diversificare le proposte per soddisfare le preferenze di tutti”, spiega Michele che, assieme ad altri responsabili di settore, fa parte del gruppo ‘tempo libero’, creato proprio per sviluppare e perfezionare le attività ricreative e di intrattenimento rivolte ai ragazzi.

“Riproporremo anche qui a Rimini ‘L’uccellino azzurro’ di Maurice Maeterlinck, presentato la prima volta nel teatro della nostra sede di Trento e interpretato da una ventina di ragazzi della comunità”, continua Michele. I neoattori di Sanpa sono stati seguiti passo a passo da un’equipe artistica di tutto rispetto: i professionisti del teatro Santa Chiara di Trento. Hanno partecipato ad un laboratorio teatrale durato sei mesi, affiancati, tra gli altri, dal regista Roberto Marafante, da Roberto Banci, ideatore dell’impianto scenografico (realizzato con la collaborazione della falegnameria della comunità con pannelli a più facce, ognuna con un’ambientazione o un luogo differenti) e da Chiara Defant che ha firmato i costumi, assistita dagli stessi ragazzi nel lavoro di sartoria.

La rappresentazione teatrale ha ottenuto consensi e ha entusiasmato il pubblico, compresi i ragazzi della comunità trentina che hanno visto lo spettacolo. “Per questo abbiamo deciso di coinvolgere tutti in questa iniziativa, ritenendola un ottimo strumento per avvicinare sempre più persone al teatro”.

In programma ci sono anche momenti di incontro a tema, dalla letteratura alla presentazione di mostre di vario genere, da rappresentazioni teatrali a spettacoli di cabaret, con la presenza di esperti in materia che aiuteranno ad approfondire gli argomenti. “Chi è interessato avrà questa importante occasione”.

Stesso discorso sul versante cinematografico. Esiste già una programmazione di film di ampio respiro che comprende diversi generi: thriller, commedia, azione, etc.. “Oltre a questa si è pensato ad una programmazione parallela, una sorta di cinema d’essay con pellicole un po’ più ricercate che a qualcuno può interessare vedere”, aggiunge Carmelo, sempre del gruppo tempo libero.

E’ già partito un ciclo dedicato ai vincitori dell’Oscar: i migliori film, dagli anni ’70 ad oggi, a cui farà seguito un ciclo riservato agli attori. Quest’ultimo inizierà con Kevin Spacey, vincitore della mitica statuetta come protagonista di ‘American Beauty’ e come attore non protagonista de ‘I soliti sospetti’.

Inoltre, all’interno del notiziario di San Patrignano, il Sanpa News, è stata inserita una rubrica fissa, dal titolo ‘Open your mind’. Questo spazio, che dura dai cinque agli otto minuti, è interamente dedicato all’approfondimento culturale.

In ogni puntata viene presentato un libro, oppure un film di prossima programmazione, con l’intento di stimolare la curiosità dei ragazzi. Si tratta di novità letterarie, di best sellers o di pellicole di successo: un ventaglio di proposte di vario genere per soddisfare le preferenze di tutti.

Ai ‘giornalisti’ del Sanpa News il compito di raccogliere le recensioni, di leggere i testi, di visionare i film in anteprima per raccontare in maniera semplice e accattivante la trama di un film o di un romanzo, tenendo continuamente aggiornati i ragazzi sulle proposte editoriali e cinematografiche del momento.

Sondaggio sui libri
Quanto tempo dedicano alla lettura i ragazzi di Sanpa? Che generi letterari preferiscono? Da un sondaggio realizzato dalla redazione del Sanpa News sono emersi alcuni dati interessati.

L’89 per cento delle persone in comunità legge, di queste il 77 per cento si dedica alla lettura tutti i giorni, una volta alla settimana il 9 per cento dei ragazzi, il restante solo periodicamente.

I libri, soprattutto di narrativa, incontrano le prefenze di più persone, seguiti dalle riviste di vario genere, dai quotidiani e dai fumetti. Il 15 per cento degli intervistati ha dichiarato di essere abbonato a qualche testata.

Obiettivo della ricerca era anche quello di raccogliere suggerimenti per migliorare il servizio della lettura o proporre altre iniziative culturali.

Tra le proposte, rifornire la biblioteca, nel minor tempo possibile, dei libri di ultima uscita, acquistando più copie di ogni volume; mettere a disposizione anche quotidiani di altri paesi; organizzare dei gruppi di scrittura creativa; prevedere una sala lettura; creare momenti di confronto e dibattito culturale.

Colpi di spazzola
In fila davanti allo specchio per una sistematina ai capelli. Qualche colpo di spazzola, una spuntatina alla frangia, una messa in piega. Molte si arrangiano, ma quasi tutte, una volta ogni tanto, preferiscono affidare le loro chiome a mani esperte, organizzando, nel tempo libero, un vero e proprio salone di bellezza.

Per il gruppo della lavanderia sono Antonjia e Margot a raccogliere le richieste delle ragazze che hanno bisogno di aggiustare i capelli, provvedendo a tagli e pieghe. “Un sabato sì e uno no – dipende dagli impegni – prepariamo una lista di quattro o cinque persone, tagliamo loro i capelli, cercando di accontentare le varie richieste”, spiega Margot che prima di arrivare a San Patrignano aveva lavorato in un salone di parrucchieri per dieci anni.

Ogni settore di Sanpa, sia maschile che femminile, ha il suo ‘coiffeur’ di fiducia. “Fino a poco tempo fa io e Antonjia tagliavamo i capelli anche a ragazze di altri settori, ma adesso anche loro si stanno organizzando all’interno del proprio gruppo”.

Sport per tutti
Ogni anno si svolgono campionati interni di calcio, di basket e di volley che coinvolgono tutte le persone della comunità. Le squadre di Sanpa, seguite da allenatori esterni partecipano ai tornei regionali.

Anche i bambini della comunità vengono coinvolti nelle attività sportive, organizzate appositamente per loro in palestra, nella piscina scoperta durante il periodo estivo, nel campo equestre e nelle aree all’aria aperta.