“Colloqui intorno all’arte” a San Patrignano

Nuova proposta culturale per i ragazzi della Comunità grazie a Sky Arte e 3D Produzioni

Nel 40° anno dalla fondazione di San Patrignano, l’offerta culturale rivolta agli ospiti della comunità si arricchisce di una rassegna intesa a stimolare l’interesse per l’arte in tutte le sue forme e linguaggi. Un palinsesto coordinato da Clarice Pecori Giraldi, consigliere della Fondazione San Patrignano, reso possibile grazie alla collaborazione con Sky Arte e 3D Produzioni che hanno messo a disposizione il proprio archivio di documentari, docu-fiction e reportage video.

L’iniziativa è stata presentata in compagnia della produttrice e fondatrice di 3D Produzioni Didi Gnocchi e del direttore di Sky Arte Roberto Pisoni, permetterà a ragazzi e ragazze di essere aggiornati sulle mostre più significative, di conoscere i protagonisti dell’arte contemporanea e classica oltre ad approfondire i grandi tesori artistici di ogni tempo. “Diamo per scontato l’essere quotidianamente esposti a stimoli artistici, estetici, culturali che influiscono sul nostro modo di essere, sulla nostra professione, sul nostro umore. Ma non è così per i ragazzi e le ragazze che vivono a Sanpa – spiega Clarice Pecori Giraldi -. E allora, perché non IM-portare questi molteplici stimoli e creare una piattaforma per allargare il noto, il conosciuto e scoprire anche espressioni artistiche che magari non ci sono così vicine. Con questa cooperazione abbiamo la fortuna di poter approfondire un personaggio, una mostra, un movimento gioendo delle spiegazioni di Sky Arte e di 3D. Spero proprio che questi nuovi appuntamenti raccolgano proseliti e si allarghino a un numero sempre maggiore di ragazzi e ragazze che vogliono volare assieme ai personaggi e capolavori raccontati”.

Nel palinsesto delle proiezioni, ampio spazio anche a letteratura, musica, fotografia, fumetto, moda, proposte selezionate a completamento della programmazione culturale in calendario ogni ultimo venerdì di ogni mese.

Questo progetto va a rafforzare l’importanza del percorso che lega San Patrignano all’arte nell’anno in cui è stata presentata anche “La Collezione San Patrignano WORK IN PROGRESS”, raccolta di opere di artisti contemporanei donate alla Comunità di recupero da collezionisti, gallerie e dagli artisti stessi, al fine di garantire una risorsa patrimoniale in caso di futuri investimenti strutturali.