Compagnia di San Patrignano: esordio al Piccolo di Milano

“Amleto siamo noi, la nostra vita – recitano i ragazzi nel prologo – siamo noi che iniziamo questo difficile viaggio affrontato con impegno e lealtà, confidando nella vostra infinita clemenza”. Ed è proprio questo il senso e l’utilità del linguaggio teatrale per persone che hanno vissuto sulla propria pelle l’esperienza degradante della droga.

La passione e l’impegno di questi ragazzi, impegnati in quella che può definirsi una palestra per conoscere sé stessi e gli altri, attraversano la recitazione, ma anche la regia, il riadattamento dei testi e realizzazione di scenografie e costumi per lo spettacolo. Il teatro, quindi, diventa uno strumento dio riscatto e “di cittadinanza”, che evidenziato dal direttore artistico del Piccolo, Sergio Escobar.

Amleto è passato di qui è inserito in una stagione ricca di proposte di ampio respiro culturale. Nel 2013/2014 si alterneranno sul palcoscenico milanese due nuove produzioni di Luca Ronconi e 60 titoli, fra produzioni, ospitalità e spettacoli internazionali firmati, per il 70 per cento da autori contemporanei provenienti dia otto paese del mondo.

comunicati