Coworking, strumenti digitali e nuovo concetto di anzianità

Oggi e domani, a San Patrignano, per il secondo anno consecutivo si svolge il Positive Economy Forum, convegno internazionale sui temi dell’ economia positiva. Sul tema del “lavoro positivo” nel ventunesimo secolo” si sono alternati sul palco Marco Nannini , CEO di Impact Hub Milano, Agostino Santoni di Cisco Italia e il vice presidente di Encore.org, Marci Alboher.

Marco Nannini – CEO di Impact Hub Milano

Nannini, parlando di positive work, ha criticato il vecchio sistema di concepire lavoro: «Pensiamo ancora come nel ventesimo secolo, mentre vi è la necessità di cambiare questa mentalità. Il paradosso “crescita della disoccupazione – aumento dei posti vacanti” si spiega perché sono cambiate le competenze. Allo stesso tempo a un aumento dell’abbandono dell’università si contrappone l’esigenza di specializzazione».

Il CEO di Impact Hub Milano vede però positivamente il sempre maggiore impiego delle donne nel mondo del lavoro, perché «pensano in modo differente e hanno maggiore attenzione all’ambito sociale» e propone: «È necessario un nuovo concetto di ufficio, non più inteso come luogo fisico, e serve uno sviluppo nelle collaborazioni, in quanto le nuove tecnologie cambiano tutto il sistema lavoro».

Infine Nannini ha concluso l’intervento suggerendo di «pensare fuori dal box, sostenendo “l’Impact investing” grazie ad una finanza sostenibile».

Agostino Santoni – Cisco Italia

Santoni ha invece parlato di strategie sulle risorse umane, confermando: «Bisogna coniugare profitto, pianeta e persone, con le persone al centro del progetto.

CISCO da trent’anni lavora in questo senso, dedicandosi in particolare all’innovazione e allo sviluppo delle tecnologie, costruendo i lavoratori del futuro. Solo l’1% del potenziale di Internet viene utilizzato cosicché lo sviluppo del rimanente 99% porterà ad una vera rivoluzione industriale: infatti da tre anni abbiamo creato un nuovo plan to work, sostenendo la trasformazione dell’educazione alle nuove tecnologie per gli studenti, con un risultato di 25.000 giovani educati a Internet, creando talenti all’interno del gruppo, sviluppando il volontariato e istituendo la CISCO NetWorking Accademy».

Marci Alboher – Vice-presidente di Encore.org

A chiudere il panel la vice-presidente di Encore.org Marci Alboher con un intervento sul “secondo tempo della vita”: «Il 50% di chi oggi nasce in Italia, supererà i cento anni. Questo impone di capire come rendere positivo un periodo così lungo di vita. Dovremmo capovolgere l’idea che abbiamo di anzianità, concependo nuovi ruoli per queste persone».

L’ex avvocato racconta la sua esperienza di lavoro, che vede anche ruoli di giornalista e insegnante, per confermare quanto oggi sia un aspetto comune a molti quello delle multicarriere. Continua dicendo: «L’allungamento delle prospettive di vita porta le persone a pensare all’eredità da lasciare alle future generazioni, anche se la società come modello tutt’ora esistente rallenta questa nuova mentalità. Quindi propongo di cambiare l’immagine dell’invecchiamento. Grazie all’esperienza gli anziani possono creare innovazione. È inoltre necessario cambiare il sistema d’istruzione, affinché sia mirato anche agli anziani che vogliono ricostruirsi un percorso lavorativo, cosicché anch’essi possano influenzare il futuro».