Dacaar: dall’Afghanistan a Squisito!

Da più di vent’anni l’Ong DACAAR è impegnata in Afghanistan per il miglioramento delle infrastrutture rurali e di gestione delle risorse naturali. Ad affiancare DACAAR in questa impresa si contano numerosi enti non profit internazionali, soggetti del settore privato e lo Stato afgano, uniti da un unico obiettivo: combattere la povertà e favorire il rimpatrio dei rifugiati e di quanti hanno dovuto lasciare le loro case a causa della guerra.

Attenzione particolare è riservata alle donne grazie al Sewing Centre Project che, attivato nel 1984, continua a creare opportunità di impiego e di autosufficienza per le donne che vivono nei campi di rifugiati. Dal 2005 sono state intensificate le attività per promuovere lo sviluppo di colture alternative nella provincia di Herat, dove alle piantagioni di oppio nei campi sono state sostituite coltivazioni di ortaggi e zafferano: in particolare la coltivazione dello zafferano si è rivelata nel tempo un’alternativa realizzabile e credibile per i contadini afgani, data la sua resa altissima anche in piccoli spazi.

Attualmente, i due maggiori progetti in atto sono il Water and Sanitation Programme (WSP), che pone DACAAR tra i principali fornitori di acqua potabile nella campagna afgana, e il Rural Development Programme (RDP), focalizzato in particolare sull’attività agricola.
In occasione di Squisito! 2007 il pregiatissimo zafferano di DACAAR sarà esposto nell’area goodFOOD, accanto a uvetta, ceci, pistacchi e spezie.