Domani il primo atto della 10° edizione dei WeFree Days: la prevenzione per una vita libera da ogni dipendenza

Oltre 3000 studenti di tutta Italia domani saranno a San Patrignano dialogheranno fra loro e con figure del mondo delle istituzioni, dello spettacolo e di realtà sociali nazionali ed internazionali. Grande attesa per il ministro all’Istruzione Valeria Fedeli per la giornata di mercoledì

Dieci anni di prevenzione contro le droghe e a favore di un corretto stile di vita. E’ questo che sanciranno i WeFree Days 2017, al via domani e mercoledì presso la comunità San Patrignano. Era il 2008 quando per la prima volta la comunità diede vita a questo evento per lanciare la campagna annuale di prevenzione rivolta agli studenti di tutta Italia. Da allora il progetto è cresciuto sempre più, coinvolgendo 300mila giovani di 2mila scuole medie e superiori tutta Italia negli oltre 500 spettacoli teatrali messi in scena. Oltre 14mila studenti sono stati incontrati nei dibattiti solo nel 2016 e nello stesso anno più di 12mila studenti hanno visitato la Comunità.

In questi WeFree Days 2017, realizzati grazie al main sponsor Banca Carim e a Lamborghini Trattori,  saranno ben 3000 gli studenti provenienti da Trentino Alto Adige, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, che varcheranno le porte della comunità per incontrarsi con il mondo delle istituzioni, scientifico e sociale, ma anche con personaggi dello spettacolo, del cinema e della cultura.

L’evento che gode dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, del patrocinio della regione Emilia Romagna e del comune di Rimini, realizzato in collaborazione con Fondazione Ania, proporrà tantissime attività proprio per gli studenti. Durante la mattina il messaggio di prevenzione passerà attraverso gli spettacoli che San Patrignano durante l’anno scolastico porta nei teatri di tutta Italia, che hanno come protagonisti i ragazzi della Comunità, che giunti verso la fine del loro percorso di recupero o già reinseriti nella società, mettono a disposizione il racconto della loro esperienza con l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti sul tema dipendenze e stili di vita a rischio.

In contemporanea alcuni studenti e il mondo adulto parteciperanno a un forum dedicato all’educazione e alla necessità di creare un dialogo e una sinergia tra le agenzie educative. Fra gli ospiti, in rappresentanza del Governo, Gabriele Toccafondi, Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Accanto a lui a dialogare sul tema Antonio Affinita, Direttore Generale Moige, Matteo Spanò, Presidente Federazione Italiana Scautismo, Marco Guizzardi, dirigente del Centro Sportivo Italiano, Julie Schauer, Fondatrice “Parent opposed to Pot”, Livia Pomodoro, giurista, Eugenia Carfora, dirigente scolastico istituto superiore “F. Morano”, Caivano, Enrico Galiano, insegnante e scrittore, Christian Spasaro, Ispettore presso Polizia di Stato

Nel pomeriggio gli studenti parteciperanno alla sezione dei Forumio, momenti in cui avranno la possibilità di confrontarsi, faccia a faccia con volti noti della cultura, dello spettacolo e della musica. Nel primo dal titolo #loveyourself interverranno gli atleti paralimpici Andrea Devincenzi e Massimo Spagnoli e il ballerino Kira. Nel secondo, “Finestre sul mondo”, si racconteranno il giornalista e scrittore Giovanni Terzi e il documentarista Francesco Furiassi. Conduttore d’eccezione sarà il bassista Saturnino.

Gli studenti infine avranno la possibilità di sperimentare “un sano divertimento” partecipando a  numerosi workshop interattivi, realizzati e condotti da realtà sociali italiane e straniere che utilizzano le arti come metodo di recupero e di svago per ragazzi che vivono situazioni di emarginazione e difficoltà. Fra questi i Termini  Underground da Roma, i Drop Company e l’Orchestra Pepita da Milano, Sballando/Ballando da Bassano del Grappa, ma anche Fifteen dalla Gran Bretagna, i Transformers e WeLove2Dance dal Portogallo, Street Univercity Berlin dalla Germania, WedoWE dall’Olanda. Oltre a loro, gli studenti avranno modo di interagire con i ragazzi di San Patrignano in varie attività, dal teatro al canto, al disegno.

Grande attesa invece per il giorno seguente, mercoledì 11 ottobre del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, che interverrà in un forum in cui si analizzeranno le problematiche, le insidie e gli ostacoli che ogni adolescente incontra durante il suo percorso di crescita.

I WeFree Days si avvarranno della media partnership di QN – Poligrafici editoriali e avrà i mezzi FCA come courtesy car.

Segui gli aggionamenti sul sito wefree.it