La droga va in scena

Quale droga fa per me?” per la regia di Andrée Ruth Shamman, che ha conquistato e fatto riflettere prima il pubblico del Teatro Studio di Milano e poi quello dell”India di Roma, è un testo del tedesco Kai Hensel, duro e forte, che mette sotto i riflettori una donna caduta, come tante altre nel gorgo della dipendenza. Il messaggio che l”attrice in scena, Anna Galiena, trasmette al pubblico è che la droga è un “male” in agguato per tutti.

Ma gli effetti della dipendenza diventano anche un cartoon. Il film di Richard Linklater “Un oscuro scrutatore”, tratto dal romanzo di Philip K. Dick, è ambientato in America ed ha come protagonista Fred, poliziotto costretto ad infiltrarsi tra i tossicodipendenti per arrivare a uno dei più pericolosi spacciatori della Sostanza M, una droga devastante e sempre più diffusa. Per camuffarsi, l”agente fa credere di essere un tossicodipendente ma l”uso della sostanza ha un effetto letale sulla sua psiche e la visione distorta di Fred diventa quella dello spettatore, trascinato in un”atmosfera allucinata, in cui non distingue ciò che è reale da quello che non lo è.