Drugs Off cambia nome e diventa WeFree

La mia scelta - Storie WeFree

La droga è il collante di gruppo, lo stile di vita cui uniformarsi per non essere soli. Non è più lo sballo e la trasgressione, che, come categorie, appartengono al passato. E’ la normalità dei ragazzi di oggi, un ‘prodotto’ di consumo come i tanti gadget che fanno parte della quotidianità.

E’ la paura di crescere e la ricerca di qualcosa che eviti la fatica di conoscersi, guardandosi e pesandosi negli altri. E’ il comodo riparo che ti difende, il format del tuo gruppo di amici. E poi, la droga non è droga: si pippa, si fuma, si cala, non è roba da sfigati.

La droga non è una sostanza. E’ una scorciatoia, il conformismo di chi fugge dalla vita. La droga è subdola, codarda. E’ una catena che ti ingabbia, che ti fa stare fermo. La droga è l’esatto contrario della libertà.

Per questo, spiegare ai ragazzi i pericoli delle droghe significa raccontargli il significato della libertà. La vera libertà non è scontata, non cade dal cielo, non è un diritto acquisito. La libertà non è ‘normale’.

Libertà è dipendere dagli affetti, dai sentimenti, dagli impegni che hai scelto di prendere. Libertà non è paura, è coraggio. E’ andare oltre.
E noi, che vi incontriamo in tutta Italia raccontandovi la nostra storia, non siamo contro una piccola cosa – la droga – ma siamo per grandi cose: la libertà e la vita.