Ermenegildo Zegna e San Patrignano presentano Adam & Eve by Peter Marino

Adam & Eve by Peter Marino

Adam & Eve by Peter Marino

Nato nel 2012 con lo scopo di sostenere il percorso di recupero dei ragazzi di San Patrignano attraverso il sapiente riutilizzo del legno riciclabile, il progetto è divenuto nel tempo una collezione permanente di oltre 46 pezzi, ognuno dei quali è realizzato a mano dai ragazzi del Design Lab di San Patrignano su disegno di un famoso designer o architetto. Per l’edizione del 2016, Peter Marino, architetto di fama internazionale, ha realizzato un cabinet dal nome Adam & Eve, che andrà ad arricchire la collezione di oggetti di arredo creati nei laboratori di San Patrignano. Peter Marino, che collabora dal 1980 con i laboratori di tessitura e decorazione della comunità, ha fatto dono della sua creatività al progetto Barrique, la terza vita del legno.

Il cabinet Adam & Eve gioca con le peculiarità delle doghe di botti di rovere. Presentando un forte senso di dualità, Adam & Eve prende forma grazia a una serie di contrasti: convesso e concavo, maschile e femminile. La parte esterna delle barrique caratterizza il lato di Adam, di colore chiaro con ante convesse. Il lato di Eve è stato invece creato utilizzando la parte interna delle botti con ante concave ed è definito dal tipico colore vinaccia, lasciato nel tempo dal vino conservato.

Adam & Eve è stato presentato a Milano, lunedì 11 Aprile, nel Global Store Ermenegildo Zegna di Via Montenapoleone e sarà esposto all’interno dello store durante la settimana del Salone del Mobile 2016.

Il progetto rafforza il valore umano e sociale della collaborazione tra Fondazione Zegna e la comunità di San Patrignano, nata nel 2012 nell’ambito dei laboratori di tessitura, attività questa praticata a San Patrignano da oltre trent’anni e supportata da Fondazione Zegna grazie al suo storico know-how in questo settore.

Il Gruppo Ermenegildo Zegna

Il Gruppo Ermenegildo Zegna, leader nell’abbigliamento maschile di lusso, è una delle realtà imprenditoriali più rinomate in Italia. Fondata nel 1910 a Trivero, sulle Alpi Biellesi, dal giovane imprenditore Ermenegildo, la cui visione era di produrre eticamente i tessuti più pregiati al mondo, attraverso l’innovazione e l’impiego delle fibre più nobili, reperite direttamente nei Paesi d’origine, l’Azienda è oggi guidata dalla quarta generazione della Famiglia Zegna.

Il Gruppo, che sin dai tardi anni ‘80 ha implementato una strategia di verticalizzazione integrata, ha dato vita a un brand del lusso globale che oggi offre tessuti, capi di abbigliamento e accessori. Lo sviluppo dell’azienda è focalizzato sul retail – per lo più a gestione diretta – e su un approccio pionieristico nei confronti dei mercati emergenti, BRIC e Asia in primo luogo; in Cina, Zegna si è distinta già nel 1991, come prima realtà del lusso a inaugurare uno store monomarca.

Nel 2010 sono stati celebrati 100 anni di eccellenza. Oggi i negozi monomarca, presenti in oltre 100 paesi, sono 523, di cui 307 di proprietà, con un fatturato consolidato nel 2015 di 1,261 miliardi di Euro.

Nel mese di Marzo 2012 il Gruppo ha lanciato ZegnArt, un impegno indipendente focalizzato su collaborazioni internazionali nel campo delle arti visive ; nel mese di Febbraio 2014, il Gruppo ha annunciato l’avvio di Ermenegildo Zegna Founder’s Scholarship, un progetto della durata di 25 anni che prende il nome dal suo fondatore, con uno stanziamento annuale nell’educazione di 1 milione di euro.

San Patrignano

San Patrignano è una casa, una grande famiglia che offre aiuto a giovani con problemi di tossicodipendenza. Fondata da Vincenzo Muccioli nel 1978, ha accolto oltre 25.000 persone donando loro una casa, assistenza sanitaria, e legale, possibilità di studiare e imparare un lavoro, cambiando vita e rientrando a pieno titolo nella società. Il tutto gratuitamente, senza oneri né per lo Stato né per le famiglie. A San Patrignano sono attualmente presenti 1300 ragazzi, è un modello di impresa sociale, conquistato con dura dedizione, con sacrificio personale e con tanta volontà da migliaia di ragazzi che lì hanno ritrovato dignità e rispetto per se stessi. San Patrignano crea per ogni ragazzo l’opportunità di scegliere, tra diverse possibilità di formazione, la più vicina alle proprie attitudini. Il percorso di recupero della propria dignità, infatti, passa anche attraverso il riconoscimento del valore della bellezza e della qualità come espressioni dell’impegno profuso.

Gallery – Clicca qui

NOTE
Barrique, la terza vita del legno ha visto la collaborazione di alcuni designer di fama internazionale come Antonio Citterio, Karim Rashid, Alessandro Mendini, Michele De Lucchi, Carlo Colombo, Daniel Libeskind, Aldo Cibic, Mario Botta e Patricia Urquiola.