Hai bisogno di aiuto? Dona ora

Esperienze a confronto su come affrontare la dipendenza da oppiacei. San Patrignano lancia un corso online

Da sabato 10 ottobre tutti i professionisti medico sanitari potranno prendere parte a un seminario di formazione per capire come meglio trattare un  problema in preoccupante crescita

“Dipendenza da Oppiacei (Opioid Use Disorder – OUD): Epidemiologia e Trattamento” è questo il corso online ideato da San Patrignano in collaborazione con il New York Presbiterian Weill Cornerll Medical Center che metterà a confronto le diverse esperienze di Italia, Europa e Stati Uniti.

Il corso di formazione, destinato a tutte le professioni medico sanitarie, approfondirà le problematiche relative alla dipendenza da oppiacei analizzando e contestualizzando le criticità del fenomeno in relazione alla tipologia di oppiacei e ai diversi contesti socio-nazionali. Per la parte terapeutica verranno trattati sia i metodi farmacologici sia quelli che mirano alla cura della dipendenza in sé (Recovery), approfondendo le diverse terapie in relazione al contesto sociale e geografico.

Responsabili scientifici del corso saranno  il dottor Antonio Boschini, del centro medico della comunità San Patrignano, e il dottor Jonathan Avery, Direttore di Psichiatria del Weill Cornell Medical Center.

“Il trattamento per la dipendenza da oppiacei segue due linee di indirizzo tra loro divergenti: quello  finalizzato al Recovery, ovvero alla guarigione completa dalla dipendenza e quello farmacologico agonista, o sostitutivo, che prevede la somministrazione a tempo indeterminato di farmaci oppiacei di sintesi (metadone, buprenorfina) – spiega il dottor Boschini – Il trattamento farmacologico si è diffuso enormemente negli anni 80, per arginare la diffusione dell’AIDS, ma in seguito, con il diffondere dell’interpretazione neurobiologica dell’addiction come malattia strutturata del cervello è diventato l’unico trattamento riconosciuto a livello medico, relegando gli interventi mirati al Recovery ad esperienze marginali, prive di evidenza scientifica. Questo corso di formazione ha l’obiettivo di esaminare in profondità ed in modo laico, i vari aspetti della dipendenza da oppiacei, cercando di presentare le diverse opzioni di cura, evidenziando anche possibili integrazioni. È inoltre importante riflettere sul problema etico di garantire alle persone un’adeguata cura per il dolore fisico, senza però metterle a rischio determinare o aggravare una condizione di dipendenza da sostanze. Questo è un problema che ancora in Italia non viene percepito, ma potrebbe esserlo in futuro”.

Il corso di formazione sarà disponibile gratuitamente a partire dal 10 ottobre fino al 31 dicembre 2020 sulla piattaforma del provider Alfa FCM n. 3282 e sarà corredato da un Webinar il giorno 6 Novembre alle ore 16:00 (durata 1:30h). Sono previsti 7 crediti ECM. Gli interventi del corso di formazione in lingua inglese sono sottotitolati in italiano ed il webinar avrà un servizio di interpretariato in simultanea.

Per coloro che non hanno diritto ai crediti ECM, ma sono comunque interessati, è possibile comunque fruire di tutto il materiale e partecipare al Webinar iscrivendosi sul sito https://eventi.sanpatrignano.org/oud/


8 Ottobre 2020
condividi
Iscriviti alla Newsletter e resta in contatto con noi!
San Patrignano usa i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione