Damiano

Sono un ragazzo di 23 anni in percorso da circa tre anni nella comunità di San Patrignano. Non sono mai stato un ragazzino diverso dagli altri anzi, ero un bravo bambino, con dei sogni, degli hobby e tanta voglia di fare, a scuola non sono mai stato una cima ma bene o male sono sempre andato avanti. Ma poi qualcosa è cambiato: avevo 13 anni, vedevo i ragazzi più grandi ridere scherzare tutti insieme uniti dalla stessa cosa sopra quella panchina, quella cosa era una canna ed io ero molto incuriosito, così un giorno con dei miei amici ho deciso di provare. Da quel giorno iniziò una routine che non ha più avuto fine. Iniziai a perdere tutti i miei interessi, mollai gli studi per andare dietro alle canne e a tutto il contesto che le circondava, pensando “tanto sono solo canne cosa può succedere?”. La risposta oggi ce l’ho bene impressa nella mente. Per me è stato come entrare in un mondo fatto di tante strade sbagliate che alla fine non mi hanno portato mai da nessuna parte. Ho 23 anni, nell’anno appena trascorso ho finalmente preso la terza media e tra pochi mesi inizierò un corso serale per diplomarmi come operatore ai servizi sociali, sto riuscendo in tutto questo perché dopo 7 anni di NON vita ho iniziato a prendere coscienza del vero significato di questa parola “vita”. So con certezza di non essere un caso isolato e so anche che non in tutti i casi dalla canna si passa oltre, ma so che è molto rischioso, l’ho vissuto sulla mia pelle ed ho visto con i miei occhi il risultato del pensiero: TANTO è SOLO UNA CANNA!