Flavio

Credo che sminuire i danni dello spinello incoraggi i giovani ad un consumo maggiore. Perché invece di procurare alibi al consumo non si prova a destare i giovani dall’incubo dell’ignoranza? I giovani devono essere soggetti partecipi della costruzione di un mondo migliore, invece la carenza di stimoli, l’inaffidabilità della classe politica, le vaghe risposte ai problemi sociali, remano contro questo processo di cambiamento. Dobbiamo sollevarci da questa crisi economica che lede anche a livello sociale e culturale. La legalizzazione non è la strada giusta. C’è bisogno di menti fresche, attive, di giovani lungimiranti che vogliono cambiare le cose