Formare i giovani cestisti: a San Patrignano lo Sport High School di Carlton Myers

Due settimane di allenamenti, fino al 15 luglio, a cui partecipano una ventina di ragazzi tra i 16 e i 21 anni, tutti provenienti da importanti società cestistiche nazionali.

Ad allenarli quest’anno Alexander Dzikic, ex allenatore della KK Partizan Belgrado, il più importante team di basket serbo. Al suo attivo anche il Minnesota Timberwolves dell’NBA e diverse squadre dell’Eurolega. Obiettivo dei quattordici giorni di allenamento intensivo quello di potenziare le tecniche di base dello sport, per un miglioramento complessivo nella preparazione e nelle prestazioni dei giovani cestisti.

Una scelta quella di Carlton Myers per San Patrignano riconfermata ormai negli anni:«Qui i giovani sportivi che partecipano al camp hanno la possibilità di scoprire una nuova realtà e avvicinarsi a tematiche sociali che forse per la giovane età spesso ignorano».

Durante il camp, gli atleti hanno infatti la possibilità per entrare direttamente in contatto con il mondo della Comunità, visitandone i centri di formazione, pranzando in salone e conoscendo alcuni dei ragazzi che hanno intrapreso il percorso di recupero dalla tossicodipendenza. Sono gli stessi ragazzi in percorso a raccontare le loro storie, in incontri che permettono ai giovani sportivi di comprendere le difficoltà di un cammino di risalita dopo il dramma della droga.

«Anche se si tratta di contesti molto diversi tra loro – continua Myers – c’è un nesso tra le difficoltà vissute dai ragazzi in percorso e quelle affrontate quotidianamente da giovani atleti che vogliono arrivare ai massimi livelli nella pallacanestro. In entrambi i casi si tratta di lavorare su se stessi, di accettare la fatica per tirare fuori il buono che hanno dentro e superare le difficoltà nel comprendere i propri limini e nelle relazioni con gli altri».

comunicati