Francesco

Non ero contento quando tornavo a casa alle tre di notte, fatto da non reggermi in piedi ed entrando in casa trovavo mio padre in pigiama a fissare la tv senza audio.

Non mi diceva niente, non mi guardava neanche, spegnava la tv e stancamente andava a letto.
Avrei voluto dirgli mi dispiace Papà, credimi mi dispiace ma non riesco a smettere di bucarmi, ed abbracciarlo e scusarmi. Non l’ho mai fatto. Eppure era cominciato tutto con una canna.
Sono a Sanpa da tre anni e tre mesi, tra un po’ andrò a casa e non vedo l’ora di entrare in casa e dire: Ciao Papà!