Francia, adolescenti ubriachi

Giovani ed alcol - San Patrignano

Roma, (Apcom) – I giovani francesi bevono sempre di più, mentre in Francia si prepara una legge che vieta il consumo libero di alcol dietro pagamento del solo biglietto d’ingresso nel locale. Secondo gli ultimi dati ospedalieri citati da Le Figaro, i minori di 15 anni ricoverati per consumo eccessivo di alcol nel 20003 erano stati 786, e sono diventati 1.226 nel 2007: quasi il 50& in più.

Peggio nei centri urbani: nella sola clinica universitaria di Nizza il pronto soccorso denuncia di essere passato da 10 a 50 casi l’anno. Il mese scorso ha curato cinque ragazzine fra i 14 e i 15 anni che, secondo una pratica ormai banale, avevano approfittato di un buco di un’ora a scuola per scappare a comprarsi della tequila. Rientrate in classe, erano ubriache fradice; una era in coma. “Vediamo solo la punta dell’iceberg, solo i casi più gravi” lamenta il responsabile Hervé Haas.

Alla clinica universitaria di Le Mans, un altro medico, Michele Damay, denuncia “siamo passati da 10 a oltre 100 casi l’anno”. Indice puntato contro le serate in cui l’alcol viene minimizzato come le sue conseguenze: per Damay, i ragazzini spesso gestiscono senza chiedere aiuto la perdita di coscienza dei compagni, divenuta banale. “Si preparano bevendo prima di andare a ballare, e poi cominciano a inghiottire il famoso TGV”. Tgv in francese è l’acronimo di ‘treno ad alta velocità’; ma il medico si riferisce al cocktail micidiale di tequila, gin e vodka.