Fughe da fermi a Calceranica al Lago

Riparte dall’Alta Valsugana il prossimo 10 novembre il cammino itinerante di Fughe da fermi, lo spettacolo teatrale messo in scena dai ragazzi di San Patrignano all’interno del WeFree, la campagna di prevenzione della comunità. Ad ospitare l’evento, alle 20:30 presso il Teatro Sant’Ermete, sarà il comune di Calceranica al Lago, nella provincia trentina.

Lo spettacolo presentato da San Patrignano rientra nell’ambito degli incontri promossi dal progetto “Famiglia e ragazzi: strada per un dialogo”, organizzato dall’Osservatorio giovani di Calceranica con la collaborazione dell’Associazione Amici di San Patrignano di Trento, della Provincia di Trento e dei comuni di Tenna, Levico e Caldonazzo.

«Anche in paesi piccoli come quelli della provincia di Trento – spiega Gabriella Andreatta, consigliere comunale di Calceranica e presidente dell’Osservatorio – il problema del disagio giovanile è sempre più allarmante. Molti adolescenti si isolano in un mondo fatto di alcool e sballo, incamminandosi per un percorso che facilmente può portare a storie di dipendenza e di criminalità».

Di qui l’idea di sensibilizzare i ragazzi e le loro famiglie con un ciclo di incontri che coinvolga chi la droga l’ha conosciuta e l’ha sconfitta. Sono quindi i ragazzi di Sanpa a raccontare le loro storie e a spiegare cosa significa diventare schiavi delle sostanze per poi intraprendere un percorso di risalita fino ad essere liberi. Nello spettacolo Fughe da Fermi è Achim, 23 anni, originario di Sondrio, a raccontarsi, ponendo l’attenzione sugli aspetti della responsabilità e della comprensione delle conseguenze delle proprie azioni.

Dopo lo spettacolo teatrale, gli incontri proseguiranno nei comuni di Levico e Caldonazzo. A Levico, il 16 novembre, un ex ragazzo di Sanpa, Aroldo Linari, ora impegnato nel canile della comunità, racconterà la sua esperienza. Sarà invece Federico Samaden ad incontrare il 22 novembre gli abitanti di Caldonazzo, dialogando con la psicoterapeuta Patrizia Amichetti. A concludere il programma, il 30 novembre, una cena con i ragazzi di San Patrignano nella comunità di San Vito di Pergine.