Fughe da Fermi a Monte San Giusto

San Patrignano con lo spettacolo Fughe da Fermi è stata protagonista di una serata dedicata ai giovani, si è parlato del fenomeno della tossicodipendenza, i rischi dello sballo e le complicanze mediche, di rave party e dei giovani che popolano la notte.

A presentare la serata, giovedì 10 settembre a Monte San Giusto, è stato Attilio Romita giornalista del Tg1 Rai.
Il tema della serata è stato “Liberi dalla droga, liberi di vivere” lanciato dall’Associazione Ste.Fab, nata nel 2006 in memoria di Stefano e Fabio, due ragazzi di Monte San Giusto morti in un incidente stradale. Per non dimenticarli e vincere l’indifferenza è nata l’idea di dar vita all’associazione.
Ogni anno viene organizzato un Memorial a loro nome con tornei sportivi, dibattiti e incontri sulle tematiche giovanili. Quest’anno ci siamo stati anche noi. Mattia, veterano degli spettacoli teatrali con Fughe da Fermi, ha portato sul palco la propria esperienza e la testimonianza della realtà di San Patrignano.
Dopo lo spettacolo si è svolto un dibattito, al quale hanno partecipato, tra gli altri, Carlo Bozzo, capo ufficio stampa di San Patrignano, Antonio Boschini, responsabile del Centro Medico di San Patrignano e Robbie Aniceto, dj portatore di valori e principi diventato membro della Consulta istituzionale degli esperti ed operatori promossa dal Dipartimento per le politiche antidroga a Palazzo Chigi.
Fughe da Fermi e San Patrignano portavoce del dibattito: si è parlato del fenomeno della tossicodipendenza, i rischi dello sballo e le complicanze mediche, di rave party e dei giovani che popolano la notte.
A concludere la serata ci sono state le premiazioni dei vincitori delle gare sportive del Memorial.