Fuorisalone, il Progetto Barrique in esposizione allo Spazio Vhernier

Il Progetto Barrique in esposizione allo Spazio Vhernier

Arredi targati San Patrignano in esposizione in occasione del Fuorisalone

Nello Spazio, che raccoglie opere d’arte contemporanea che negli anni sono state fonte d’ispirazione per le forme e i colori dei gioielli Vhernier, convivono in perfetto equilibrio design, alto artigianato italiano e arte del recupero. Gli arredi in esposizione in occasione del Fuorisalone targato San Patrignano, sono stati firmati da grandi designer di cui Michele De Lucchi, Daniel Libeskind, Marc Sadler, Matteo Thun, Patricia Urquiola e Karim Rashid, sono soltanto alcuni dei più importanti.

Il Progetto Barrique che rappresenta il recupero inteso sia come materiali, che come rinascita personale di coloro che vi hanno preso parte, è portatore di principi quali la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente. Il recupero, insieme al reinserimento rappresenta da sempre la mission di San Patrignano, che in questo caso si riflette anche nel dare ad un materiale vivo come il legno una seconda vita grazie al genio creativo di oltre 40 grandi architetti e designers mondiali. “Ogni nuovo schizzo, donato da architetti o designer alla comunità, è per i ragazzi l’inizio di un’avventura. – spiega Giuseppe Lusvardi, responsabile del progetto – Come nelle botteghe rinascimentali, con entusiasmo e impegno ci si ingegna, si trovano soluzioni, in uno scambio virtuoso continuo, fino ad arrivare all’oggetto finito”.