Giada

Provo un’immensa tristezza di fronte a quello che affermano persone di un certo interesse pubblico, per la superficialità con la quale dicono che le canne non provocano danni.

Ora, se annientare ed opprimere le proprie emozioni, i propri sentimenti e la voglia di vivere, di ragionare non lo ritenete un danno sta a voi giudicarlo. Per la mia esperienza personale fumare una canna era un modo per evadere da una realtà dove non funzionano un sacco di cose, ora ancora di più, ma a quanto pare, forse, a qualcuno va bene che noi giovani restiamo addormentati, perché se tutti si svegliassero certe cose cambierebbero davvero.