Grandi consensi per la pet therapy di San Patrignano

La pet therapy di San Patrignano sempre più apprezzata all’interno del mondo cinofilo. Prova ne è stato il master dello scorso weekend, “Interventi Assistiti dall’Animale”, organizzato nella sede trentina della Comunità, che ha registrato il tutto esaurito. Il nuovo modello formativo in pet therapy proposto dalla comunità, unico nel suo genere in Italia, ha raccolto infatti grandi consensi.

«Il progetto formativo, rivolto esclusivamente a chi in passato aveva già frequentato corsi di formazione professionalizzanti in ambito, in Italia e all’estero, ha avuto come obiettivo fondamentale quello di trasmettere a tutti gli iscritti la concreta gestione del cane a fini educativi, terapeutici e riabilitativi a seconda delle diverse tipologie di azione», spiega Aroldo Linari, responsabile del corso.

Linari assieme ad altri docenti come Angelo Luigi Sangalli dell’Università di Verona, Marco De Franceschi, direttore di CIRS Trento Onlus, Oscar Zuccatti, sociologo specialista in pet therapy, Selene Panarotto, pedagogista, Marius Stoica, educatore cinofilo, ha potuto dimostrare praticamente le corrette strategie applicative che, grazie alla collaborazione dei cani, possono essere vincenti e di beneficio nei confronti di tutte le forme di disagio.
Il master si ripeterà i prossimi 6 e 7 giugno presso la sede della Comunità di San Patrignano di Rimini, rinnovando un’opportunità di formazione che vede come artefice del suo successo non solo la scientificità della prassi e la professionalità dei docenti ma anche l’energia ed il cuore dei ragazzi della Comunità che, per primi, hanno beneficiato dell’aiuto dei cani.

Altro importante riconoscimento per la comunità è arrivato dal’Anfass trentino. In questo weekend in cui l’Anfass nazionale ha avviato varie attività di sensibilizzazione attorno al problema della disabilità intellettiva e/o relazionale, l’Anfass trentino proporrà un corso al quale parteciperanno 30 tra corsisti e docenti del corso di Alta formazione per “Coadiutori del cane” del Centro Pet Therapy dell’Azienda Sanitaria 4 dell’Alto Vicentino di Montecchio Precalcino (VI).

comunicati