I campioni di domani

In un momento particolare per il calcio italiano, fra polemiche e toni sempre più accesi, è sempre più necessario tornare allo sport innanzi tutto come scuola di vita. Per questo, acquista ancora più importanza il Memorial Vincenzo Muccioli, torneo di calcio giovanile, giunto quest’anno alla 15° edizione, in programma nei giorni 28, 29 e 30 maggio a San Patrignano.
Organizzato e realizzato dalla comunità in collaborazione con l’amico Michele Di Cesare, direttore de Il Nuovo Calcio, la manifestazione è da sempre un momento di confronto e discussione sull’essenza più profonda dello sport più bello del mondo: il suo valore formativo e educativo, soprattutto per i giovani.
Il torneo anche quest’anno è riservato alla categoria esordienti e saranno otto le squadre a scendere in campo divise in due gironi all’italiana: Chievo, Genoa, Inter, Juventus, Sampdoria, Torino, Rimini e per la prima volta la selezione nazionale di San Marino di questa categoria. Quest’ultima si ritroverà a giocare in casa dato che le gare del torneo si disputeranno nelle strutture sportive del territorio di San Marino, compreso lo stadio Olimpico, grazie alla collaborazione fra Sanpa e la Federazione Sanmarinese Gioco Calcio (FSGC). Il “Memorial Muccioli”, per il suo valore sociale e culturale, è patrocinato dal Coni e raccoglie piena collaborazione della FIGC e si svolge grazie al sostegno di aziende quali Acqua Uliveto, o lo sponsor tecnico Limonta.
Nella giornata inaugurale di venerdì 28 in programma due iniziative. Nel pomeriggio seminario per tecnici e istruttori all’interno dell’auditorium della comunità sul tema “I percorsi tecnico – coordinativi” – tappa conclusiva di un ciclo d’incontri di aggiornamento organizzati dal settore giovanile dell’Inter e dalla rivista Il Nuovo Calcio – e, dopo la cena in salone assieme ai 1500 ragazzi della comunità, il talk show ‘Genitori, allenatori e figli nel pallone’, trasmesso live su Gazzetta.it e con la possibilità, anche per chi lo segue da casa, di intervenire via web nella discussione.

Sul palco due grandi nomi dal calcio professionistico Alberto Zaccheroni e Paolo Rossi, il mitico “Pablito” campione e capocannoniere del mondo ’82 con l’Italia. Con loro, moderati dal giornalista Giorgio Micheletti, interverranno anche Michele Di Cesare, Massimo Achini, presidente del Centro Sportivo Italiano, Massimo Giacomini, Presidente del settore Giovanile e Scolastico della Figc, Andrea Muccioli, responsabile della comunità di San Patrignano, Vincenzo Pincolini, preparatore atletico della Lokomotiv Mosca e Roberto Samaden, responsabile tecnico del settore giovanile dell’Inter.
“Il calcio ha e deve avere prima di tutto un valore formativo. Le tensioni, gli antagonismi, la violenza cui troppo spesso assistiamo sui campi di gioco e intorno a essi, sia a livello amatoriale che a livello professionistico, sono il sintomo dell’assenza di ogni forma di azione educativa nei confronti dei suoi praticanti – spiega Andrea Muccioli, responsabile di San Patrignano – e siamo molto felici che in una manifestazione dedicata ai più giovani, ai calciatori di domani, siano al nostra fianco realtà importanti come il CSI o la nostra Federazione calcistica, che da anni ci offre piena collaborazione in molte delle nostre attività sportive e educative. Sono proprio questi i temi che affronteremo nel dibattito ‘Genitori, allenatori e figli nel pallone’”.