Insegnare a cucinare

Un buon metodo per combattere l’obesità infantile è coinvolgere i bambini stessi. Ecco perché il commissario europeo per la Salute, Markos Kyprianou, ha ideato con Eurotoques International, associazione europea che raccoglie quattromila cuochi, il sito eu.minichefs.eu, sito dove si insegnano ai bimbi ricette semplici e sane.

Jamie Oliver, chef del ristorante Fifteen a Londra, ha invece dato il via ad una campagna sponsorizzata dal governo inglese “contro il junk food, il cibo spazzatura, fatto di merendine e bibite gassate che hanno contribuito alla crescita del numero degli obesi”.

Anche in Italia si cerca di sensibilizzare i bambini a mangiare in modo corretto, attraverso i videogiochi. ‘Giulia, passione cucina’, della Ubsoft per Nintendo Ds, insegna 50 ricette da preparare giocando. Ma i piccoli possono frequentare anche veri e propri corsi. “Il segreto? Divertirli”, spiega Ada Parasiliti, insegnante di cucina a Milano per bimbi dai quattro anni in su. Il costo varia dai 25 ai 50 euro.