Insieme a Gazzetta Run: corri per un mondo senza droghe

RCS Sport e Gazzetta Run scendono in campo per aiutare a prevenire disagio e emarginazione giovanile insieme a San Patrignano per recuperare migliaia di giovani dalla droga anche attraverso lo sport. Sono questi il messaggio e l’obiettivo dell’iniziativa “Drugs Off”, realizzata a favore del centro di recupero riminese, fondato nel 1978 da Vincenzo Muccioli, cui RCS Sport donerà un euro per ogni iscritto alle gare di Gazzetta Run, il circuito di corse su strada in sette tappe che si svolgerà da maggio a ottobre (Forte dei Marmi 1° maggio, Mantova 9 giugno, Madonna di Campiglio 15 luglio, Verona 29 luglio, Sanremo 9 settembre, Ferrara 23 settembre, San Patrignano 28 ottobre).

Alle tappe di Mantova, Ferrara, Verona, nell’attesa del gran finale in programma proprio su un percorso running tracciato all’interno di San Patrignano, saranno presenti anche i 10 ragazzi del team podistico della comunità.
La squadra è allenata da Marcello Regno, con la supervisione di Massimo Magnani, responsabile tecnico di Gazzetta Run. Sarà Magnani ad elaborare un programma di training personalizzato, costruito sulle caratteristiche fisiche e attitudine alla corsa di ognuno dei ragazzi di “Sanpa”.

Inoltre, tutti i partecipanti del circuito Gazzetta Run, professionisti, dilettanti o semplici amatori, potranno sostenere “Drugs Off”, acquistando, con una piccola donazione, un paio di stringhe rosse da indossare durante la gara. Un gesto per dire a tutti: anch’io corro per un mondo senza droghe. Ogni concorrente potrà ricevere le stringhe “Drugs Off” prima della partenza d’ogni tappa, al momento del ritiro del “pacco gara”.
I contributi raccolti verranno utilizzati per il tesseramento degli atleti, l’abbigliamento tecnico, l’iscrizione alle competizioni, le trasferte e le consulenze medico-sportive.

“Anche in comunità il running è in piena espansione. Circa 300 ragazzi hanno scelto la corsa tra le attività sportive che pratichiamo – spiega Giacomo Muccioli, responsabile raccolta fondi di San Patrignano – Abbiamo una squadra di 20 persone e la metà è pronta ad affrontare le prime gare.”
“Ma ciò che ci interessa di più è il valore educativo di questo sport – continua Muccioli – Correre è una sfida prima di tutto contro se stessi. Migliorare significa impegnarsi, lavorare duro. Dietro un paio di minuti limati al proprio tempo, ci sono mesi d’allenamento. Ed è evidente quanto ciò può essere utile a un ragazzo che deve recuperare fiducia in se stesso e lasciarsi alle spalle l’illusione della droga.”

“Con questa iniziativa vogliamo trasmettere un messaggio importante: attraverso lo sport le persone possono scoprire risorse e valori nuovi – spiega Matteo Pastore Direttore di Gazzetta Run – la squadra di running di San Patrignano ne è la dimostrazione concreta, per questo abbiamo deciso di sposare questo progetto. Una filosofia che trasmetteremo ai tanti amici che incontreremo lungo le strade di Gazzetta Run.

E i numeri dello sport in comunità dimostrano quanta importanza è attribuita a questa attività a San Patrignano. Più di 1500 dei 1800 ragazzi della Comunità praticano con regolarità discipline sportive quali calcio, basket, volley, podismo e nuoto.

Squadre della comunità partecipano a campionati federali. In particolare, due rappresentative di pallacanestro sono iscritte rispettivamente al campionato di serie D e a quello amatoriale UISP, mentre la rappresentativa di calcio disputa quello di Terza Categoria. Cinque tornei interni di calcio, volley e basket, coinvolgono per 6 mesi l’anno tutti i ragazzi dei 57 settori di formazione professionale della comunità e per i 100 tra bambini e adolescenti si svolgono di mini basket e d’equitazione.

“E grazie al sostegno di RCS Sport e Gazzetta Run – conclude Muccioli – avremo a disposizione nuove e importanti risorse economiche, per migliorare ancora ciò che offriamo ai nostri ragazzi e raggiungeremo migliaia di sportivi con un forte e chiaro messaggio di prevenzione contro ogni droga.”

Ufficio Stampa San Patrignano

Ufficio Stampa Gazzetta Run