“Insieme per l’Africa”: il road show fa tappa a Napoli

Cambiare la visione di un problema e trasformarlo in opportunità costruendo un ponte tra imprese e solidarietà.

Ieri a Napoli, una sala gremita di imprenditori partenopei nella sede dell’Unione Industriali, ha assistito alla presentazione di “Insieme per l’Africa”, progetto originato da un Protocollo d’intesa nato a San Patrignano durante la prima edizione del Sustainable Economy Forum lo scorso anno. Tre i firmatari: Confindustria, la Fondazione E for Impact e la stessa San Patrignano come modello di inclusione e di impresa sociale.

Un progetto che per ora si concentra nei settori dell’agri food, delle energie rinnovabili e della cosmetica ma che si propone di dare un contributo sostanziale allo sviluppo del partenariato privato-privato, alla promozione dell’integrazione dei migranti favorendo la formazione professionale e da ultimo, sviluppare la finanza sociale con i green e social bond. “Vado orgoglioso di questo accordo perché racchiude una visione del Paese e un’idea di società inclusiva e aperta. Un’idea che vogliamo che sia complementare nell’affrontare il tema Africa” ha sottolineato il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia.

Non è un caso che Napoli sia stata scelta come tappa del road show, “è una delle grandi capitali del Mediterraneo ma lo deve diventare nei fatti, non solo in teoria” ha osservato il numero uno di Confindustria. In veste di presidente di E 4 Impact, Letizia Moratti, ha illustrato il ruolo della Fondazione da lei presieduta che opera in otto pesi africani con la mission di formare giovani imprenditori in collaborazione con le università locali. “E’ importante creare occasioni di lavoro nei luoghi di provenienza dei migranti, per le imprese italiane si tratta di una grande opportunità e il Sud rappresenta una grande piattaforma logistica sia per la posizione geografia sia per la presenza di tante industrie”.

San Patrignano, come ha spiegato il presidente Piero Prenna, in questa sinergia si impegna ad offrire la propria esperienza concreta in maniera organizzata e continua anche facilitando la creazione di nuove partnership all’interno del Sustainable Economy Forum (4 e 5 aprile, 2019).  Obiettivo, una crescita sostenibile e socialmente responsabile che in un mondo globalizzato si configura come la grande sfida dei tempi. Prossima data del road show, il 21 febbraio a Brescia.