L’asse San Patrignano San Paolo passa dal piatto Il modello della Comunità esportato in Brasile

Fino a domani Filipe Sabara fondatore della onlus Arcah ospite della Comunità di recupero
con David Hertz di Gastromotiva che insegna come la trasformazione sociale, passi anche dal cibo.

“Sanpa è lo stesso diminutivo di San Paolo” racconta divertito Filipe Sabara in visita fino a domani presso la Comunità di recupero.

In realtà l’assonanza dei nomi rivela un’affinità più profonda.
Il giovane brasiliano fondatore di Arcah charity a San Paolo si trova a San Patrignano nell’ambito di un soggiorno studio, inteso ad esportare il modello della Comunità in Brasile.
Sabara, erede dell’industria cosmetica Beraca, ha portato con lui David Hertz, celebre Chef brasiliano e fondatore di Gastromotiva, ong specializzata nella formazione in ambito culinario, al fine del reinserimento sociale di persone svantaggiate o emarginate.

Herz ha trascorso la mattinata di oggi nella grande cucina della Comunità, dove insieme ai cuochi di San Patrignano ha preparato un pranzo per tutti i 1300 ragazzi ospiti.
Un menu espressione della tradizione carioca che è stato accolto con entusiasmo, a base di zuppa di fagioli neri, stufato di pollo e gamberi, pane al formaggio e banane fritte.

Nata nel 2012 per far fronte all’emergenza droga e povertà, l’organizzazione no profit Arcah replicherà il modello di San Patrignano ramificando le proprie attività in vari settori professionali, dalla falegnameria all’estetica. Gastromotiva ha già aderito al progetto.
Nel cibo, linguaggio universale dell’umanità, essa ha individuato uno strumento sociale che consente ai giovani emarginati di imparare un mestiere e riscattare se stessi.

“Ho creato Arcah per dare voce e speranza alle persone più svantaggiate – spiega Filipe Sabara – il mio paese ha il primato mondiale nel consumo di crack e la dipendenza da sostanze rappresenta un problema trasversale nella società, sono a San Patrignano per capire come applicare un metodo risultato di un’esperienza trentennale”.

La Comunità si è offerta di collaborare a questo nuovo progetto internazionale contribuendo attraverso un tutoraggio allo sviluppo di Arcah.

Oltre ad essere il fondatore di Arcah, Filipe Sabara è fautore di un nuovo approccio ispirato all’economia positiva con il suo programma “Reload Positive”.
Una trasformazione dal basso che pone il consumatore consapevole al centro, rompendo con il vecchio modello di mercato per fondare un sistema dove la collettività diviene elemento attivo e propositivo.

L’ufficio stampa
0541-362111
pressoffice@sanpatrignano.org comunicati