La Fondazione Banca del Monte di Lombardia e San Patrignano insieme contro le dipendenze

wefree milano - san patrignano
All’Auditorium Don Bosco il format teatrale “Backup” per oltre 450 studenti

La campagna di prevenzione WeFree di San Patrignano farà tappa, martedì 21 marzo, all’Auditorium Don Bosco di Milano (Via Melchiorre Gioia, 48) con il suo nuovo format teatrale ‘Backup’ (inizio ore 10.30). Questo appuntamento, realizzato con la collaborazione dell’associazione Anglad Milano e sostenuto dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia, rientra in un programma di eventi dedicati alla prevenzione e rivolto agli studenti del territorio.

Saranno oltre 450 gli studenti che parteciperanno alla tappa di Backup, condotto dall’attore e regista teatrale Pascal La Delfa.

Protagonista del format è Federico, giovane ospite della Comunità, che salirà sul palco per raccontare la sua esperienza di adolescente inquieto, scandendo i momenti cruciali della sua vita, le emozioni e le scelte che l’hanno portato nel mondo della dipendenza e poi ad affrontare un percorso di recupero in Comunità. Il racconto sarà arricchito da immagini, musiche e filmati. Un approccio peer-to-peer con il pubblico, emozionante e coinvolgente, una testimonianza vera, che non ha la pretesa di insegnare nulla a nessuno, ma che vuole solo entrare nelle menti e nella memoria dei giovani. Una consegna di informazioni ed emozioni che un giorno, di fronte ad una scelta da prendere, potranno ritornare utili per riflettere e prendere la decisione giusta.

Grazie alla Fondazione Banca del Monte di Lombardia, le attività di prevenzione della Comunità di San Patrignano toccheranno le province di Milano, Monza e Pavia raggiungendo circa 5000 studenti lombardi.

Ogni anno la campagna di prevenzione WeFree di San Patrignano incontra oltre 50mila studenti di I° e II° grado di tutta Italia. Sono diverse la attività messe in campo: spettacoli e format teatrali di grande impatto, incontri dibattito nelle scuole e workshop teatrali interattivi. Per rimanere in contatto a aggiornati sulle attività della campagna visitate il sito www.wefree.it.