La nuova droga dei teen-ager

La nuova droga preferita dai teen ager americani sono le medicine usate per il trattamento del disordine dell’attenzione con iperattività (in sigla (ADHD), che se frantumate e ingoiate velocemente darebbero un senso di euforia e con esso gravi rischi di effetti collaterali per la salute.
Secondo un nuovo studio Usa, gli abusi di questi farmaci da aprte degli adolescenti statunitensi sarebbe in crescita: le telefonate ai Centri contro gli avvelenamenti dell’Unione per sintomi da overdose con questi medicinali sono cresciute nel giro di 8 anni del 76%.
Bambini e ragazzini che prendono queste pillole per terapia presctitta dai medici non si rendono conto che gli effetti collaterali da un abuso delle pillole possono essere letali: i sintomi di overdose includono agitazione, tachicardia, impennata nella pressione sanguigna. Tra il 1988 ed il 2005 – secondo l’indagine del Children Hospital di Cincinnati – si sono verificate almeno 4 morti di teen-ager per overdose di questi prodotti. Il 42% dei casi per i quali sono state ricevute telefonate di emergenza ai Centri avvelenamenti hanno portato all’ospedalizzazione dei ragazzi coinvolti.
Il rapporto pubblicato sulla rivista ‘Pediatrics’ osserva inoltre che neglòi stessi 8 anni considerati il numero di ricette di medicinali per il disordine dell’attenzione con iperattività è salito negli Usa dell’86%. (ANSA)