La storia di Federico e di Pulcino Bagnanto

Federico si è innamorato. E’ successo così, all’improvviso, in una giornata di pioggia.
Lui che non guarda più una ragazza da chissà quanto, lui che non ricorda più il sapore del primo bacio, lui che ride a crepapelle quando qualcuno parla d’amore.
Se l’è trovata lì, davanti al baretto. Lui era sulla porta con una birra in mano e lei, precipitandosi dentro per ripararsi dal diluvio, correndo, gli è precipitata addosso.
L’odore della pioggia nei capelli di lei, i vestiti buffi e zuppi e quel sorriso.
Federico il grande, Federico il temuto, Federico l’aggressivo, in quell’istante è caduto ai piedi di un Pulcino Bagnato.
E tutti e due, rialzandosi, si sono ritrovati per mano.
Da lì, come da copione, la loro storia d’amore ebbe inizio.
Ecco, ora, se qualcuno riesce a immaginare questa scena, si sentirà travolto dal romanticismo. Come capita a chi guarda Shakespeare in love o Before Sunset o Titanic perché no! In versione Home Video naturalmente, perché tra le mura domestiche, se dovesse capitare s’intende, non ci si vergogna di versare una lacrima.
Ma tra Federico e Pulcino Bagnato non è andata così. Siamo spiacenti.
Perché Federico è un drogato. E nel momento esatto in cui l’ha abbracciata (circa tre ore dopo il loro scontro), lui sapeva esattamente dove l’avrebbe condotta.
Perché vedete, non è che Federico fosse malvagio, o balordo del tutto, o insensibile. E non è neanche che avesse cattive intenzioni, anzi lui ci credeva davvero.
Solo che non è così che va, quando ti fai. Perché se c’è una cosa che affonda tutto, ma proprio tutto, anche l’amore, ecco, quella è la droga.
All’inizio ogni volta che Federico sfiorava il viso di Pulcino Bagnato, mamma mia com’è bella, giurava che quella sera sarebbe stato l’ultimo grammo della sua vita, e pregava affinché lei lo salvasse, e rapito dall’entusiasmo buttava giù per il water tutti gli psicofarmaci.
Poi, la mattina dopo, i crampi, quei brividi di gelo, l’effetto passava e con lui svaniva anche quel futuro fatto di baci e promesse.
E lei, Pulcino Bagnato, alla fine, quando ha capito che se a Federico gli si chiudevano gli occhi non era per la stanchezza, che quei segnacci sulle braccia non erano scottature fatte sul lavoro e che quei pezzetti di palloncino scoppiato trovati in macchina non erano una traccia del passaggio del nipotino ma solo involucri di morte, beh, a quel punto lei ha detto basta.
Non a Federico, ma alla vita.
Perché sapete cosa succede? Succede che quando ami una persona e ti senti impotente e proprio non capisci perché non riesca a smettere con quella robaccia e proprio non ti fai una ragione che il tuo amore non possa bastare, allora succede che vuoi capire.
Ed è così che Pulcino Bagnato, che amava Federico così tanto da volerlo salvare per riempirlo di sogni e di speranza, un giorno decise di provare quella roba. Lei era in buona fede, convinta che in quel modo, riuscendo a capire, avrebbe potuto combatterla e vincere.
Se passate da un baretto qualunque, in un paese qualunque, di un giorno qualunque buttate un occhio. Spesso Federico e Pulcino Drogato sono lì.