Una lettera per Marisa

Le famiglie dell’Associazione Amici di San Patrignano di Sondrio, hanno scritto alla loro presidente Marisa:

Cara Marisa,
vorremmo tanto ringraziarti per ciò che fai per noi e per i nostri ragazzi, ma non esistono parole per esprimere la gratitudine che sentiamo nei nostri cuori.
Le frasi di circostanza ed i luoghi comuni non si addicono ad una persona come te. Vogliamo andare oltre, perché…
… è troppo facile riconoscerti che sei sempre disponibile a qualsiasi ora ad ascoltarci, ed anche nei giorni di festa non disdegni mai una visita a chi te lo chiede;
… è troppo facile ringraziarti per tutti i viaggi che fai con i nostri ragazzi e con noi, per accompagnarci ai colloqui ed alle entrate a San Patrignano, privandoti delle ferie e dei giorni liberi;
… è troppo facile asserire che nonostante tu sia una mamma, una moglie, una donna che lavora, e conciliare le tre cose è già di per se impegnativo, trovi il tempo, la voglia ed il piacere di ascoltare i nostri figli cogliendone anche le più piccole sfumature dei loro caratteri, per aiutarli a non buttarsi via;
… è troppo facile ringraziarti per la tua determinazione e fermezza dinnanzi alle difficoltà, nel volere creare dal nulla l’Associazione di cui sei la legittima Presidente, senza la quale noi non saremmo qua ed i nostri figli chissà che strada impervia avrebbero intrapreso.
Sarebbe troppo comodo dirti tutto questo, ma le nostre emozioni vanno oltre la concretezza dei gesti ed il suono delle parole.

Cara Marisa, tu possiedi un grande dono, molto spesso tralasciato e dimenticato dai più: il dono del saper ascoltare e soprattutto del saper capire le situazioni di chiunque ti chieda aiuto.
Quante persone sentono, ma non capiscono! Quante persone parlano, ma non dicono niente!
L’umanità e la voglia che trasmetti nel volere le cose che poi meritatamente ottieni, nascono dalla tua grande forza d’animo, che forse è anche figlia della sofferenza e delle incomprensioni degli anni passati. Tu ce l’hai fatta ed ora sei diventata una donna forte e pienamente consapevole di ciò che vuole fare. Potevi fermarti e goderti il tuo successo, invece no, hai scelto di mettere a disposizione il tuo tempo e di condividere con noi la tua esperienza e le tue conoscenze per permetterci di vincere anche noi la battaglia per restituire ai nostri figli una vita dignitosa.
Cara Marisa, quella che hai realizzato è un’ impresa nobile e piena di umanità; è donare senza pretendere nulla in cambio; è sapere che cosa è giusto fare e farlo in piena armonia con se stessi.
Noi ti ammiriamo ed ogni istante vicini a te sentiamo questa corrente continua di positività e di speranza avvolgerci completamente, e goccia dopo goccia ci sforziamo di farla anche nostra.
Ricorda, tu non hai salvato solo la vita di Marco, stai salvando anche quelle dei nostri figli.
Cara Marisa, ci sono persone che nella loro semplicità ed umanità diventano speciali. Tu fai parte di loro e noi siamo orgogliosi di averti come amica e come Presidente della “nostra” Associazione.
Ed allora, in modo semplice e schietto ti diciamo: GRAZIE DI CUORE.