Maroni: il Governo è contro la droga legale

Roberto Maroni

(Ansa) Il Governo è contrario a qualsiasi forma di liberalizzazione delle droghe “di qualunque tipo esse siano”. Lo ha detto il ministro del Welfare Roberto Maroni in un’audizione alla Camera. “Nel rispetto delle valutazioni che il Parlamento vorrà esprimere – ha detto Maroni – tengo a precisare che la posizione che il Governo intende tenere in materia di tossicodipendenza è la volontà di evitare ogni forma di liberalizzazione delle droghe, di qualunque tipo esse siano. La lotta alla droga deve essere totale e deve coinvolgere le strutture statali e non statali”. Da queste – ha continuato Maroni – è stato svolto da anni un ruolo di supplenza nei confronti dello Stato “che va incoraggiato, aiutato e supportato con ogni mezzo. Nel settore, il Governo intende dare piena attuazione al piano d’azione europeo sulle droghe. L’obiettivo è ridurre in misura rilevante la prevalenza del consumo di droghe illecite e il numero di nuovi consumatori soprattutto tra i giovani”. Prossimo atto in materia di tossicodipendenza, la presentazione al Parlamento della Relazione annuale sul fenomeno delle tossicodipendenze del Dipartimento degli affari sociali, prevista prima della chiusura estiva.