A Massa i Ragazzi Permale di San Patrignano

Arriva a Massa la campagna di prevenzione di San Patrignano, “WeFree addicted to life”, realizzata in collaborazione con il MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) e il supporto di WIND.

Lo fa portando in scena lo spettacolo “Ragazzi Permale”, il 12 novembre presso il Teatro Guglielmi in Piazza del Teatro 1 alle ore 10.30.
Realizzato grazie all’Associazione “Comitato Solidarietà Apuano e Val di Magra” e agli Assessorati alla Pubblica Istruzione e alle Politiche Sociali, lo spettacolo vedrà la partecipazione degli studenti delle scuole superiori.

A metà strada tra rappresentazione teatrale e talk show, “Ragazzi Permale” affronta i comportamenti a rischio legati a consumo di droghe e disagio giovanile nelle sue tante sfaccettature e lo fa attraverso la formula del dialogo alla pari, dove i testimonial sul palco, Tiziano e Alessandro, ormai alla fine del programma di recupero, raccontano la loro storia in un alternarsi di racconti, videoclip e soprattutto musica che sarà suonata dal vivo.
Obiettivo dello spettacolo quello di riuscire a scalfire, nei giovani del pubblico, quel senso di onnipotenza che spesso rende tutto lecito, offrendo loro strumenti di consapevolezza dei pericoli connessi all’uso di droghe e all’abuso di alcol. Un’occasione per riflettere sul concetto di libertà che niente ha a che fare con la via di fuga offerta dalle sostanze e dalla dipendenza che creano.

Ad accompagnare i ragazzi in scena, in un percorso narrativo lontano da retorica e moralismi, vi sarà il conduttore Francesco Apolloni. Scrittore, regista e attore, Apolloni ha all’attivo la realizzazione di film, documentari e campagne sociali.
Tra gli ultimi lavori la Fiction Rai “Ma il cielo è sempre più blu” su Rino Gaetano e “Scusa ma ti voglio sposare”, trasposizione cinematografica dell’ultimo successo di Federico Moccia”.

Ma una volta finito lo spettacolo, il dialogo con gli studenti può continuare grazie al sito web www.wefree.it, dove è possibile trovare i blog dei protagonisti degli spettacoli, discutere, lasciare commenti e chiedere aiuto. Una community virtuale che ogni mese riceve circa 10.000 contatti.