Mattia Gavazzi in visita alla Comunità di San Patrignano di Trento

Il ciclista Professionista del team Androni Giocattoli-Venezuela racconta la sua esperienza con la droga e il ritorno alla vittoria.

Sabato 9 novembre, Mattia Gavazzi, 30 anni, ciclista professionista del team Androni Giocattoli-Venezuela diretto da Gianni Savio, sarà ospite della Comunità di San Patrignano presso la struttura di San Vito di Pergine Valsugana (Tn).

Dopo aver superato le difficoltà con la cocaina e un periodo di rieducazione presso la comunità Exodus di don Mazzi, Gavazzi è ritornato alle corse nel gennaio 2013 conquistando subito una vittoria dal grande valore umano nella 7° tappa del Tour de San Luis, in Argentina.
“Non ho mai nascosto il mio problema con la droga – ha dichiarato Mattia, figlio dell’ex professionista Pierino – e dopo essere inciampato più volte ho deciso di prendere in mano la mia vita dando anche una svolta alla carriera”.
Una storia, quella di Mattia Gavazzi, che ha attirato l’attenzione di Aroldo Linari, operatore presso la comunità di San Vito di Pergine dove è presente un laboratorio artigianale di costruzione telai per biciclette d’alta gamma.
“Sapere che a San Patrignano si producono anche biciclette per me è stata una bella novità – ha voluto sottolineare Mattia – sarà sicuramente un’occasione di scambio e confronto in più per entrare in sintonia con i ragazzi e le loro storie”.
L’incontro inizierà alle ore 15:00 con la visita ai locali della Comunità e proseguirà con un dibattito presso l’auditorium interno alla struttura a partire dalle ore 18:00 fino alle 19:30.