Milano ci dà una mano

Panoramica Sanpa

Grazie alla tradizionale asta di beneficenza, sono stati raccolti un milione e 400mila euro. Da destinare al miglioramento dei servizi del centro medico della comunità

In pochi anni è diventato uno degli eventi benefici di punta di Milano, dimostrando quanto i vertici della finanza e dell”imprenditorialità italiana siano attenti alle problematiche sociali e possano offrire un contributo sostanzioso a chi opera sul campo.

Si è svolta lo scorso 19 novembre, nella nuova ambientazione all”interno di Armani/Teatro, spazio elegante ed arioso in cui lo stilista ospita la presentazione delle proprie collezioni con Sotheby”s, JP Morgan e Telecom Italia. La serata ha riscosso uno straordinario successo, tanto che è stato superato l”incasso dello scorso anno, raggiungendo la cifra di circa un milione e 400 mila euro. “Sono abituato alla solidarietà milanese. Da molti anni amici e aziende ci dimostrano il loro sostegno rinnovando un impegno concreto e costante. Ma devo dire che stasera mi sento commosso da tanta generosità. Grazie. A nome di tutti i ragazzi di Sanpa”. Queste le parole di Andrea Muccioli, responsabile di san Patrignano, che ha spiegato come i fondi raccolti serviranno ad incrementare e migliorare i servizi del centro medico della comunità, operando anche quelle modifiche alle strutture esistenti.

Nessun lotto è rimasto invenduto grazie alla bravura del battitore ed agli interventi di Cristina Parodi, madrina della serata riconfermata anche per questa edizione, dopo l”amicizia con San Patrignano nata durante l”asta dello scorso anno.

Tra i lotti più graditi alla platea, hanno segnato un picco di offerte i prodotti realizzati da San Patrignano: vini, set di lenzuola, prodotti gastronomici ed un humidor in ebano realizzato dalla falegnameria della comunità.

Successo anche per la nuova formula dell”asta “cinese”. Una tecnica secondo la quale ogn partecipante alla battuta del lotto diviene automaticamente donatore. Questo lotto atipico è servito a raccogliere finanziameni per le borse di studio dei ragazzi che a San Patrignano manifestano la volontà di proseguire gli studi parallelamente al percorso di recupero.