Hai bisogno di aiuto? Dona ora

Milano: coca in discoteca? Attento al buttafuori

Buttafuori anche in bagno, per impedire che i giovani usino i lavandini come piano per tirare cocaina. Uomini e donne senza divisa, addestrati alla sicurezza, che si fingono clienti e sono pronti ad intervenire invitando ad uscire chiunque fosse sorpreso a sniffare, o avvisando le forze dell’ordine in caso di spacciatori. L’idea, per ora in via sperimentale, parte dal Silb, l’associazione dei 175 locali da ballo milanesi stanchi che clienti troppo su di giri finiscano per mettere a repentaglio la sicurezza del locale.

L’ultimo episodio di movida violenta a Milano è dello scorso week-end: alla centralissima discoteca Santa Tecla un ragazzo, che i testimoni definiscono “fuori di sé”, ha staccato un orecchio con un morso a un giovane con cui aveva avuto una lite innescata da un paio di occhiali caduti in terra. Dopo l’episodio, il vicesindaco Riccardo De Corato aveva chiesto ai gestori “senso di responsabilità e un impegno concreto per evitare lo sballo fuori controllo”.

Per ora la sperimentazione dei controlli nelle toilette è partita in una dozzina delle più note discoteche di Milano, fra cui l’Old Fashion, l’Alcatraz, il Karma e il Borgo del Tempo Perso.

“Uno di noi si finge cliente e sorveglia la toilette, una donna fa lo stesso nel bagno delle ragazze – racconta Kamal Gabli, capo del personale di sicurezza dell’Old Fashiom clun con giardino all’interno di Parco Sempione – i giovani che abbiamo sorpreso in atteggiamenti sospetti, cinque o sei, sono stati subito allontanati dal locale. Avevano fra i 25 e i 35 anni”.

in_evidenza

27 Novembre 2009
condividi
Iscriviti alla Newsletter e resta in contatto con noi!
San Patrignano usa i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione