In mostra i disegni dei bambini difficili

Cosa si prova ad essere un bambino con genitori tossicodipendenti? Alla Glasgow School of Art provano a rispondere a questa domanda con una mostra d’arte che permette ai bimbi che hanno vissuto questo disagio di esprimersi attraverso la pittura. La mostra si chiama “trying childhoods”, ossia “infanzie difficili” e si volgerà tra il 27 di luglio e il 16 agosto. Da due anni il Centro per la Ricerca del Abuso di Sostanze (CDMR) all’Università di Glasgow ha istituito un programma di arte-terapia per i giovani.

La responsabile della mostra, Marina Barnard, ha spiegato: “Più di 50.000 bambini in Scozia vivono con un genitore tossicodipendente e circa 100.000 hanno un genitore alcolista. Eppure molti di noi si accorgono dei loro problemi solo nel momento in cui iniziano a causare problemi ad altre persone. Li vediamo come una minaccia ma in effetti sono soltanto vittime. Questa mostra vorrebbe permetter loro di farci vedere il mondo attraverso i loro occhi. Non sono immagini piacevoli, ma dopotutto le loro vite non sono molto piacevoli”. Molti soprattutto i disegni che mostrano scene di violenza.