Motomondiale: primo podio per il Team Fomma San Patrignano

Team Fomma San Patrignano 2001

Nel Gran Premio d’Olanda, svoltosi sabato scorso sull’impegnativo circuito di Assen, finalmente un podio, il primo della stagione, per il Team Fomma San Patrignano e il suo pilota di punta nella 125cc, il Francese Arnaud Vincent.

Il transalpino, in sella alla sua Honda 125 Hrc, è stato a lungo in testa a una gara appassionante, resa particolarmente impegnativa dalle difficoltà tecniche del circuito, è stato preceduto sul traguardo, per pochi centesimi di secondo, solo dallo spagnolo Elias, che lo aveva superato al termine di un lungo duello solo nelle ultime due tornate del gran Premio. Un secondo posto conquistato grazie all’intuizione del pilota e dello staff tecnico del team che, dopo il warm up della mattina, ha deciso di modificare l’assetto della moto, variando i rapporti del cambio, rendendo così estremamente competitivo il mezzo dello spagnolo.

“Sono veramente soddisfatto”, ha dichiarato in conferenza stampa Vincent, “dopo i tanti esperimenti in prova sabato mattina abbiamo finalmente trovato la soluzione giusta. Cambiare i rapporti del cambio mi ha permesso di partire molto forte e di conquistare la seconda posizione già al secondo giro. Quando Borsoi è caduto sono passato in testa, ma mi sono subito reso conto che tenere indietro Elias sarebbe stato molto difficile: in rettilineo, infatti, la sua moto era più veloce della mia Honda. Nelle ultime due tornate ho anche provato a attaccarlo e a riprendere il comando della corsa, ma non ho voluto correre rischi eccessivi e ho preferito mantenere un secondo posto, certamente importante: soprattutto in una pista difficile come Assen”.

Soddisfazione anche per team manager, Cirano Mularoni: “Il secondo gradino del podio ci carica di fiducia in vista delle prossime gare del mondiale. Certo ci manca ancora qualcosa per raggiungere le prestazioni delle moto di punta della categoria, ma non possiamo dimenticare l’ottimo settimo posto di Vincent nella classifica irridata e che il nostro pilota è l’unico a essere arrivato a punti in punti in ogni gara del mondiale”.