Normale drogarsi a 13 anni

Si inizia per gioco, con la prima canna, insieme ai compagni di scuola e di svago.
Poi, per alcuni il passo successivo sarà la cocaina anche se la porta d’accesso alla droga è quasi sempre l’alcol, 3 adolescenti su 4 bevono.“Il fenomeno sta crescendo in tutta Italia – spiega allarmato Alfio Lucchini, presidente nazionale della Federazione degli Operatori dei Servizi delle Dipendenze. Culturalmente, l’uso di sostanze ha assunto un “senso di normalità” che raggiunge il suo apogeo proprio nell’adolescenza, periodo di sperimentazione dove sembra naturale verificare tutte le opportunità che la vita ci può offrire.
Quindi se c’è chi trova nelle sostanze una protezione al proprio disagio, non è sbagliato affermare che i giovani utilizzano quello che il mercato offre, anche per le droghe”.

Alcuni dati. Il 40% dei diciottenni ha provato qualche sostanza psicotropa, escluso l’alcol. Un giovane su 10 ne fa uso abitualmente. Oltre 30 studenti delle superiori su 100 hanno fatto uso di cannabis e 15 la usano abitualmente, mentre il 3%, abitualmente, consuma cocaina.

(Fonte: Tommaso Cerno, L’Espresso).